Condividi

Giovane ricercatore si spara alla testa, tragedia nel Salernitano

Redazione • 02 dicembre 2017 11:35

Mercato San Severino sotto choc per il suicidio di un 34enne ingegnere che si era anche candidato alle ultime elezioni comunali. Il suo corpo è stato trovato nella tarda mattinata di ieri in località Capo Calvanico. Il giovane si è tolto la vita sparandosi un colpo alla tempia. A scoprire il cadavere, un uomo che camminava in montagna e che ha allertato i soccorsi. Ignoti finora i motivi del suo gesto.  Lascia il papà, anch’egli ingegnere, la mamma, e un fratello. Sul posto i carabinieri del maggiore Alessandro Cisternino che hanno accertato che si è trattato di un suicidio. Il 34enne collaborava con una cattedra della facoltà di ingegneria dell’Università di Salerno. Era tra i più attivi componenti dell’Adi, associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani. 

©Riproduzione riservata

Condividi