Condividi

Prevenzione della corruzione da Joe Petrosino a oggi, il progetto approda nelle scuole di Cremona

Redazione • 03 maggio 2018 14:31

Il progetto 'Prevenzione della corruzione – testimonianze – da Joe Petrosino ai giorni nostri', nato da un protocollo d’intesa tra Comune di Padula, Liceo Scientifico “Pisacane” e Prefettura di Salerno, con la collaborazione di “Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” si afferma sempre di più come buona prassi amministrativa al di fuori dei confini regionali. Il percorso formativo verrà, infatti, presentato a Castelverde, in provincia di Cremona, venerdì 11 maggio alle 17.30, presso l’auditorium F. De Andrè nel Centro Culturale Agorà, alla presenza di Graziella Locci, sindaco di Castelverde, e Biondo Caruccio, sindaco di Pozzaglio.

L’Unione di Comuni Lombarda “Terra di Cascine” tra i Comuni di Castelverde e Pozzaglio ed Uniti ha voluto fortemente la presentazione del progetto con gli interventi di Filomena Chiappardo, assessore alla Cultura del Comune di Padula, Carmela Pessolano, vicepreside Liceo Scientifico “Pisacane” di Padula, Francesco Cardiello, segretario generale del Comune di Padula, Nino Melito Petrosino, pronipote di Joe Petrosino, Ignazio Cutrò, testimone di giustizia,  con il coordinamento organizzativo di Enrico Tepedino. A chiudere gli interventi sarà Anna Maria Bianca Arcuri, segretario Unione Comuni Lombarda “Terra di Cascine”.

«Siamo onorati dell’invito che ci darà l’occasione di presentare il progetto di prevenzione della corruzione che da due anni, con il supporto fondamentale del referente Francesco Cardiello, stiamo portando avanti in stretta sinergia con il Liceo Scientifico “Pisacane” di Padula – ha dichiarato l’assessore Chiappardo – Punteremo l’attenzione sulla tematica legata ai testimoni di giustizia, presentando, inoltre, i contenuti della Casa Museo Joe Petrosino, importante presidio di legalità a livello internazionale».

©Riproduzione riservata 

Condividi