Condividi

Beni Culturali, in arrivo 36 mln di euro dalla Regione: spiraglio per valorizzazione e turismo

Lucia Cariello • 04 dicembre 2012 16:31

Forse una boccata d'ossigeno per turismo e valorizzazione dei siti di interesse storico - archeologico di Cilento e Vallo di Diano. E' ciò che rappresentano quei 36 milioni di euro che la Regione Campania intede stanziare per la valorizzazione dei beni culturali dell'intero comprensorio.

Vera manna, quindi, per i due territori che dell'incremento del turismo, negli ultimi tempi, hanno fatto bandiera. Pubblicato, infatti, un bando di presentazione di proposte progettuali per l'elaborazione di un piano regionale d'intervento finalizzato all'incremento dell'offerta turistica campana attraverso la conservazione, la valorizzazione, la gestione e fruizione dell'intero patrimonio in oggetto. Possono presentare domanda sia in forma singola che associata tramite accordo di parternariato: i Comuni anche in accordo ai Comuni limitrofi ai territori in cui ricadono i beni ed i siti d'interesse; le Provincie dei territori dei beni e siti oggetti di finanziamento; la direzione generale per i beni culturali e paesaggistici. Per quanto concerne il nostro comprensorio i siti interessati dal bando sono: l'area archeologica di Velia, la Certosa di Padula, i Templi e il Museo archeologico di Paestum. Le proposte progettuali, con un finanziamento minimo di 500 mila euro e fino ad un massimo di 2,5 milioni di euro, dovranno essere presentate entro il prossimo 4 marzo e dovranno riguardare: operazioni di restauro e recupero, 'attività' funzionali alla fruibilità del sito o bene ai fini dell’incremento dei flussi turistici; la valorizzazione, finalizzata all’aumento di conoscenza e fruizione del patrimonio di valore storico, artistico, architettonico, archeologico e paesistico ed a migliorarne le infrastrutture ed i servizi di accessibilità, ad attivare o a potenziare servizi di accoglienza, nonché ad ampliare i servizi connessi all’offerta culturale; la messa a sistema, infine, dei beni e le specifiche azioni di  avvio e gestione del sistema stesso.

 

Condividi