Condividi

Giro d’Italia: nessuna conferma sul cambio di percorso, le foto delle frane del primo Gpm

Biagio Cafaro • 05 aprile 2013 18:52

Non è stato confermato nessun cambio di percorso, questo l’attuale responso degli organizzatori del Giro d’Italia 2013, che stanno perlustrando le strade della terza tappa che partirà da Sorrento e giungerà ad Ascea Marina. I punti critici sono i due Gpm posti nel Cilento e le relative discese. Le frane preesistenti e quelle che si sono formate negli ultimi giorni stanno mettendo a dura prova la viabilità delle strade ma questo, a quanto pare, non spaventa gli organizzatori del Giro.

Dello stesso avviso anche il sindaco di Ascea Mario Rizzo che, in un’intervista a “Il Mattino” ha detto chiaramente: «Non mi preoccupa assolutamente il Giro d’Italia. I corridori passeranno per un giorno ed andranno via, mentre i nostri problemi resteranno. Purtroppo c’è qualcuno che vuole speculare su questa situazione. Pensi che alla Parigi-Roubaix pedalano nel fango. Non ci sarà nessuna deviazione, il vasto tratto che interessa il nostro comune non è in discussione».

Quindi al momento non ci sono cambi di percorso, ma le possibilità di tale ipotesi non sono da sottovalutare anche per via dell’inarrestabile peggioramento delle condizioni delle strade del percorso della terza tappa del Giro d’Italia che si correrà lunedì 6 maggio.

Ed ecco le foto che mettono in evidenza le buche e le crepe delle strade sp 15 e sp 77 che da Mercato Cilento portano ad Omignano, passando per Stella Cilento. Frane che, come quelle di Terradura, di Ceraso e Santa Barbara, sono maggiormente pericolose per i ciclisti siccome sono situate in discesa. Ciò non toglie che le arterie in questione restano sempre un pericolo per gli abitanti delle zone che ogni giorno devono schivare buche, scalini, smottamenti e quant’altro. 

©Riproduzione riservata

Condividi