Condividi

Elezioni 2018: nel Cilento trionfa Castiello (M5S), alla Camera vince Ferraioli (centrodestra)

Marianna Vallone • 05 marzo 2018 13:32

Le folle nei comizi di Alfieri non hanno trovato riscontro nel segreto delle urne. A nulla è valso il tifo da stadio dei 470 tra amministratori, sindaci e associazioni del Cilento che avevano sottoscritto un documento per chiedere la candidatura alla Camera dell'ex sindaco di Agropoli: qualcosa non è andato come le loro previsioni. Nel Cilento hanno deciso i cilentani. Così a Franco Castiello è andato il Senato, Marzia Ferraioli è alla Camera.

Docente universitaria e avvocato di Pagani (ma vive in costiera amalfitana), Marzia Ferraioli è la parlamentare scelta da Forza Italia eletta nel collegio di Agropoli, avendo la meglio su Alessia D’Alessandro, la candidata del Movimento 5 Stelle e Franco Alfieri, candidato con il centrosinistra. Va alla Camera con il 35 % delle preferenze. 

Franco Castiello è il candidato del Movimento cinque Stelle eletto senatore della Repubblica, per il collegio uninominale di Battipaglia. Mille voti di scarto sul candidato di centrodestra, sindaco di Castellabate, Costabile Spinelli. Quattro lauree (giurisprudenza, scienze politiche, sociologia, filosofia) è di Vallo della Lucania. 

Il candidato del Pd, meglio noto per il siparietto in cui il governatore della Campania De Luca lo invitava a offrire fritture di pesce in cambio di voti, è rimasto fermo intorno al 27%. Una sconfitta inaspettata, tanto che Alfieri ha lasciato il comitato elettorale alle sei di questa mattina, quando ancora la situazione era incerta. 

©Riproduzione riservata

Leggi anche Elezioni: Cilento conteso tra centrodestra e Cinque Stelle, flop centrosinistra

Condividi