Condividi

Novi Velia, salta il Presepe Vivente: commissario revoca autorizzazioni

Redazione • 05 dicembre 2017 14:18

La comunicazione ufficiale pochi giorni fa: l'evento del Presepe Vivente di Novi Velia è annullato, causa revoca delle autorizzazioni da parte del commissario prefettizio Salvatore Tedesco, alla guida dell'ente dopo la sfiducia nei confronti del sindaco Maria Ricchiuti. Ad annunciarlo è l'associazione culturale 'Nascette a Novi' che ha dovuto rinunciare alla manifestazione dopo che la stessa era stata autorizzata il 16 ottobre. Una decisione che lascia tutti a bocca aperta. La squadra di sarti e tecnici era già al lavoro da settimane e gli abiti di scena per il presepe vivente erano già completi. Senza contare che il ricavato dell'evento sarebbe stato devoluto alla parrocchia Santa Maria dei Longobardi e per i lavori di pubblica utilità. «A perderci è Novi, i novesi e tutto il territorio - commenta l'associazione - Il nostro lavoro non andrà perduto, solo rimandato al prossimo Natale».  

«I motivi però sono incomprensibili - aggiunge - nonostante codesta associazione abbia ottemperato a tutti gli adempimenti necessari a svolgere la manifestazione, ovvero Scia al Suap Cilento, Scia all’Asl e piano di emergenza ed evacuazione e in più polizza assicurativa dei partecipanti. Restiamo in attesa di chiarimenti visto che di recente si sono svolte manifestazioni simili». L'interrogativo riguarda proprio la decisione del commissario prefettizio di revocare l'autorizzazione solo per alcuni eventi. «Al momento non sussistono le condizioni necessarie che assicurino la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica», taglia a corto il commissario prefettizio di Novi che ha disposto la sospensione delle manifestazioniad esclusione delle attività tradizionali di natura religiosa e culturale.

©Riproduzione riservata

Condividi