Condividi

Capaccio, l’amministrazione aderisce all’associazione distretto turistico Costa del Cilento

Vincenzo Di Santo • 06 maggio 2013 15:14

Nel corso dell’ultima riunione, la giunta comunale guidata dal sindaco Italo Voza ha approvato l’adesione del comune di Capaccio-Paestum all’associazione distretto turistico Costa del Cilento. La costituzione del distretto turistico ha come obiettivo il rilancio economico delle aree costiere.

I distretti turistico-alberghieri vengono individuati quali 'zone a burocrazia zero' e in essi viene riconosciuto il ruolo centrale degli enti territoriali nella valorizzazione del territorio stesso, con particolare riguardo alle politiche intersettoriali e infrastrutturali utili per la qualificazione del prodotto turistico e per l’accoglienza e l’informazione dei turisti. Si caratterizzano, inoltre, per l’offerta integrata di beni culturali, ambientali e attrazioni turistiche. Il comune di Capaccio-Paestum farà parte di un unico distretto assieme ai comuni di Agropoli, Castellabate, Montecorice, San Mauro Cilento, Pollica, Casalvelino, Ascea, Pisciotta, Centola e Camerota. Tra i principali obiettivi dell’associazione: sostenere le attività e i processi di aggregazione e integrazione tra le imprese e gli enti pubblici per la costituzione del distretto, coordinare ed integrare i diversi interventi intersettoriali ed infrastrutturali necessari alla qualificazione e specializzazione dell’offerta turistica del distretto, promuovere l’adesione delle imprese della filiera turistica, tutelare e promuovere il marchio e l’immagine del distretto turistico, valorizzare il ruolo delle comunità locali ai fini di uno sviluppo turistico sostenibile, promuovere la collaborazione tra associati ed enti pubblici e privati, creare e promuovere un’immagine coordinata del turismo riferito al territorio d’interesse, esercitare tutte le attività relative alla promozione del distretto al livello nazionale e internazionale.

Il distretto, inoltre, prevede l’attivazione di sportelli unici di coordinamento delle attività delle agenzie fiscali e dell’Inps e la semplificazione delle procedure per pontili e approdi turistici. Per le imprese del distretto, costituite in rete, sono previste disposizioni agevolative. «Il distretto turistico è una grandissima occasione per l’intera area costiera che va da Capaccio-Paestum a Camerota. – afferma il sindaco Italo Voza – I comuni si mettono insieme per valorizzare e promuovere uno dei territori più belli d’Italia. Il distretto turistico significa lavorare assieme per un obiettivo comune: aumentare le singole attrattive turistiche offrendo un marchio unico che coinvolgerà non solo enti ma anche associazioni e imprese».
 

 

Condividi