Condividi

Treno diretto in Cilento si ferma, nigeriano sputa e stringe con forza i genitali al controllore

Redazione • 06 agosto 2018 10:47

Verso le 14,50, durante la consueta verifica dei biglietti a bordo di un treno regionale, un operatore di Trenitalia è stato aggredito da un uomo, sprovvisto di titolo di viaggio, che, rifiutandosi di scendere dal convoglio, lo ha prima spintonato con violenza e poi gli ha stretto con forza i genitali, sputandogli in faccia. La pattuglia della Sottosezione Polizia Ferroviaria di Salerno, già impegnata nei controlli straordinari è intervenuta immediatamente sul posto ed ha bloccato l'uomo. Condotto in ufficio, L.E., 30enne nigeriano, pregiudicato, ha proseguito i suoi gesti di intemperanza. Nel corso del controllo, infatti, l'uomo, che ha già al suo attivo altri precedenti per resistenza e violenza, ha spinto brutalmente un agente di polizia tanto da farlo cadere a terra ed è stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Il poliziotto ha riportato un trauma distorsivo alla spalla con sospetta lesione della cuffia dei rotatori, con prognosi di venti giorni.

©Riproduzione riservata

Condividi