Condividi

Area archeologia di Paestum a traffico limitato: ordine pubblico e tutela del patrimonio gli obiettivi prefissati

Lucia Cariello • 07 maggio 2013 15:46

Sarà sabato 11 la data di apertura dei varchi elettronici con telecamere a guardia della Ztl di Paestum. Dopo l'ok del ministero delle Infrastrutture e Trasporti adesso l'amministrazione comunale diretta dal primo cittadino Italo Voza può rendere effettivo il progetto.

«Il primo periodo di attivazione fungerà da prova» dichiarano i tecnici del Comune. Tra i varchi predisposti alla tutela dell'area oltre ai due collocati rispettivamente sul lato sud (all’altezza dell’ex incrocio Cirio) e a nord (nei pressi del Bar Anna), se ne aggiungerà un altro nei pressi di via Porta Sirena (all’altezza dell’incrocio con via Porta Giustizia). La Ztl (zona a traffico limitato) sarà controllata da un sistema in grado di leggere e riconoscere le targhe degli autoveicoli che attraversano l’area pedonale, controllando automaticamente l’esistenza del permesso di transito, emettendo, in caso di trasgressione, anche delle multe.

In considerazione di ciò verranno, così, limitate le deroghe per la circolazione nella suddetta area, così come i passaggi consentiti nell’arco della giornata. Le autorizzazioni, poi, saranno rilasciate esclusivamente ai funzionari apicali e agli addetti alla vigilanza del Museo, al parroco dell’antica chiesa paleocristiana e ai residenti all’interno dell’area. Non sarà possibile, inoltre, accedere alla ztl attraversando indistintamente entrambi i varchi. I titolari di permessi potranno transitare nell’area, esclusivamente da nord oppure da sud, a seconda dell’ubicazione della propria abitazione. L'intero progetto ha come finalità la tutela dell’ordine pubblico e del patrimonio  ambientale e culturale, consentendo ai turisti e ai cittadini di Capaccio di godere di una passeggiata tranquilla all’interno dell’isola pedonale.

©Riproduzione riservata


 

Condividi