Condividi

Seconda Categoria, impresa del Novi Velia che espugna la capolista Cicerale

Orlando Romanelli • 09 marzo 2015 13:28

Serviva un’impresa e impresa è stata. Il Novi Velia sconfigge con un risultato tennistico, 4-6, il Cicerale e risucchia altri punti nella corsa al campionato. Un pazzo risultato confezionato con una coriacea prestazione di squadra. Soffrendo, lottando e a larghi tratti dominando la capolista. Una partita emozionante. 

Partenza da urlo Lo si capisce subito dai primi minuti che il match sarà scoppiettante. Già al 2’ min. il Novi Velia va in vantaggio. Mastrogiovanni, ben imbeccato da De Bernardo, si ritrova solo davanti al portiere di casa e lo trafigge con un preciso rasoterra di sinistro. 0-1. Le occasioni per il Novi Velia fioccano. Ancora Mastrogiovanni di destro si fa ipnotizzare dall’estremo difensore del Cicerale. Al 14’ min il raddoppio. Azione insistita di De Bernardo, devastante sulla sinistra a servire Mastrogiovanni che alza la testa e mette al centro dove Taddeo R. trafigge il portiere di casa. Il Cicerale sembra non essere entrato in campo. Il Novi Velia, spavaldo, mette a nudo i problemi della difesa di casa e  realizza.  Al 20’ ancora Taddeo R. si divora un goal abbastanza facile. Il Novi spreca. Così all’improvviso la partita cambia. Al 25’, fraseggio stretto al limite tra i centrocampisti del Cicerale e tiro violento all’angolino del capitano che riapre il match. Il Novi Velia va in bambola. L’ala del Cicerale galoppa sulla fascia, frena, entra in area e cade. Rigore generoso. E’il 32’. L’attaccante di casa è impeccabile dal dischetto. E’ il 2-2.
Ancora loro due In sette minuti il Cicerale aggiusta la partita, ma una difesa ballerina ridanno morale e il vantaggio al Novi Velia. Al 36’ colpisce ancora Taddeo R. ben imbeccato ancora una volta da Mastrogiovanni. Al 40’ un’azione corale, palla a terra, dà al Novi il doppio vantaggio. Ogliaruso serve in profondità sulla sinistra De Bernardo che crossa al centro per l’inserimento puntuale di Mastrogiovanni che trafigge di testa il malcapitato portiere di casa. Un’azione da manuale del calcio conclusa con un goal da cineteca. Tutto bellissimo. Il primo tempo finisce com’era cominciato. Con un Novi Velia spumeggiante e a tratti devastante.

Secondo tempo La seconda frazione di gioco è una miriade di emozioni continue. Il Novi Velia non rientra in campo convinto e voglioso. Il Cicerale parte bene alzando il baricentro e premendo sull’acceleratore tentando la rimonta. E al 56’ dimezza lo svantaggio con Perretta, abile ad infilarsi nella difesa poco attenta del Novi e a trafiggere con fantastico tiro all’incrocio l’incolpevole Romaniello. Il Novi Velia balla. Non riesce più a fraseggiare e a ripartire. Al 60’ min la doccia gelata. Bella ripartenza sulla sinistra dell’esterno del Cicerale che crossa al centro dove il num.9 segna praticamente a porta vuota sfruttando la disattenzione della difesa novese. E’ tutto da rifare per il Novi che si demoralizza e rischia di andare addirittura sotto nel punteggio.
Mossa azzeccata Il Novi Velia soffre. Il mister decide di effettuare un cambio e azzecca la mossa. Dentro un attaccante Di Palma per un centrocampista Sansone. La squadra si alza. Di Palma tiene impegnati i difensori, troppo liberi di impostare, e Mastrogiovanni a sostegno. Il Novi Velia si compatta e riprende a creare occasioni. Prima con Di Palma, abile a districarsi tra le maglie della difesa di casa e a tentare la conclusione defilato sulla destra. Fuori di poco. Poi con Ogliaruso che non riesce a servire al centro l’accorrente Mastrogiovanni. Ma questa partita ha ancora tanto da dire. E’ nell’aria.
Il finale regala un altro protagonista indiscusso del match. Ogliaruso, in ombra fino a quel momento, si prende la scena con una doppietta. Il primo goal all’83 dopo una meravigliosa azione di contropiede ben orchestrata da Mastrogiovanni e da Di Palma. Ogliaruso, solo in area, deposita la palla in rete e fa esplodere la panchina del Novi Velia. Il Cicerale non demorde alla ricerca del pareggio. Non produce molte occasioni ma va vicino alla marcatura con il capitano direttamente da calcio d’angolo, colpendo il palo interno. Il Cicerale è tutto in avanti, compreso il portiere, e il Novi, implacabile non perdona. Di Palma spizza la palla per De Bernardo che si invola solo verso la porta, attende l’accorrente Ogliaruso e gli cede la gioia del goal.

Il triplice fischio sul goal mette fine ad un match straordinario. Il Novi Velia si conferma bestia nera del Cicerale, per questa stagione, avendolo battuto due volte e lo rincorre in vetta alla classifica.  

Condividi