Condividi

Capaccio bandiera blu? Occhi puntati sulla cerimonia del 14 maggio a palazzo Chigi

Lucia Cariello • 10 maggio 2013 15:14

Dita incrociate ancora per qualche giorno per il comune di Capaccio - Paestum. Sarà, infatti, il 14 maggio il giorno in cui verranno rese note le località costiere che quest'anno potranno fregiarsi del titolo, molto ambito, di bandiera blu.

L'importante riconoscimento dato dalla Fee (Fondazione per l'Educazione Ambientale) dovrebbe tornare, secondo indiscrezioni, a far capolino nuovamenhte nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. I tratti che potrebbero beneficiarne saranno: Agropoli, Palinuro, Castellabate, Agnone, Acciaroli, Casalvelino, Ascea e Pisciotta, località che anche lo scorso anno sono state premiate per la qualità delle acque e dei servizi offerti al turista. Riconferme anche per Villammare di Vibonati e Sapri.

Una novità, quindi, l'ingresso di Capaccio, al cui riconoscimento l'amministrazione guidata dal primo cittadino Italo Voza ha molto ambito e sperato dando vita a una serie di iniziative mirate a migliorare non solo la qualità delle acque e delle spiagge ma mettendo in campo un progetto 'pro turista' volto ad adeguare l'intero territorio all'accoglimento del turista. Il comune di Capaccio - Paestum vanta un curriculum  di tutto rispetto: patrimonio mondiale Unesco, i bollettini dell’Arpac definiscono eccellenti le acque dal 2007 a oggi e dal Cipe arriveranno 10 mln di euro per adeguare e potenziare il locale sistema di depurazione delle acque. Insomma ha tutte le carte in regola per poter vantarsi di quest'ennesimo riconoscimento.  Adesso non resta che aspettare il 14 maggio quando, a Roma, nelle sale di Palazzo Chigi si terrà la cerimonia di consegna.

©Riproduzione riservata

Condividi