Condividi

Tregua maltempo, migliora in Cilento ma solo per il week-end

A cura di Meteocilento.it • 10 novembre 2017 18:37

A cura di Meteocilento.it Sin dallo scorso fine settimana il bacino del mediterraneo non è più interessato dalla figura stabilizzante di alta pressione la quale negli ultimi mesi ha determinato una lunga fase siccitosa come non si ricordava da anni. L’affondo deciso di una saccatura nord-atlantica ha generato un canale depressionario entro il quale si è inserita un’intensa perturbazione determinando precipitazioni diffuse ed abbondanti sull’intera nostra regione. Quantitativi pluviometrici nell’ordine dei 70/80 mm in 48 ore sono caduti su tutto il comprensorio cilentano con punte oltre i 100 mm sui settori centro-settentrionali della regione. Attualmente siamo interessati marginalmente da una depressione che nella giornata di domani si porterà sulla Tunisia. Il tempo tenderà a migliorare nel corso di questo fine settimana ma solo temporaneamente.

Sabato 11 novembre: Cielo irregolarmente nuvoloso con tendenza a schiarite sempre più ampie fino a cielo poco nuvoloso entro la serata. Temperature stazionarie, venti tra deboli e moderati da nord-est e mare poco mosso. Domenica 12 novembre: subentrerà una nuova modifica a scala continentale; osservando la cartina in basso notiamo la posizione meridiana dell’anticiclone delle Azzorre il quale favorirà la discesa di correnti molto fredde provenienti dall’artico fin sull’Europa centrale. Correnti fredde pilotate da una profonda depressione posizionata sulla Scandinavia che nel corso della giornata si allungherà verso sud. Il fronte freddo raggiungerà in serata l’arco alpino richiamando sulla nostra regione correnti da libeccio che precederanno un peggioramento a carattere freddo atteso nella giornata di lunedì.

Pertanto per domenica avremo inizialmente condizioni di cielo poco nuvoloso con tendenza ad aumento della nuvolosità nel corso del pomeriggio-sera ad iniziare dai settori settentrionali della regione dove nel corso della nottegiungeranno le prime precipitazioni. Temperature in temporaneo aumento; venti deboli da sud-ovest con tendenza a rinforzare dalla serata. Mare da poco mosso a mosso.

Lunedì l’aria fredda raggiungerà le nostre regioni centrali dove andrà a generarsi un profondo minimo depressionario alimentato da aria fredda. Tendenza successiva: Lunedì l’aria fredda raggiungerà le nostre regioni centrali dove andrà a generarsi un profondo minimo depressionario alimentato da aria fredda.

Sulla nostra regione avremo condizioni di tempo molto instabile con precipitazioni a carattere di rovescio anche temporalesco. Entro la fine della giornata le precipitazioni assumeranno carattere nevoso sull’appennino a quote comprese tra i 1000 e i 1200 metri. Temperature in sensibile diminuzione;venti tra moderati e forti mediamente da ovest e mare molto mosso o agitato. Martedì i fenomeni tenderanno a concentrarsi maggiormente nelle aree interne dove assumeranno carattere nevoso al di sopra dei 1000 metri. Temperature senza particolari variazioni o in ulteriore lieve diminuzione con valori che si porteranno al di sotto della media del periodo. Un miglioramento è atteso nella giornata di mercoledì anche se farà piuttosto freddo a causa di una sostenuta ventilazione da nord-est.


©Riproduzione riservata

Condividi