Condividi

Salerno-Reggio Calabria prima smart road d'Italia

Redazione • 11 settembre 2018 12:44

Valorizzare le strade attraverso l'utilizzo delle tecnologie digitali, attraverso un percorso condiviso con i principali stakeholder del settore e i soggetti concessionari di servizi dello Stato. Il progetto, promosso dal MIT attraverso la Struttura Tecnica di Missione, ha l'obiettivo di avviare e guidare questo percorso per la definizione di requisiti funzionali e modalità di adeguamento tecnologico della rete stradale primaria nazionale (Smart Road), comprensivo dell'introduzione di soluzioni C-Its (Cooperative Intelligent Transportation Systems). Primo esempio concreto è la gara bandita da Anas per fare della Salerno-Reggio Calabria la prima smart road d'Italia. È stato individuato un set di funzionalità minime e indici di performance in grado di caratterizzare una smart road, affinché sia applicato alle infrastrutture di nuova costruzione ed esteso alle strade esistenti.

L'implementazione di queste funzionalità e il processo di digital transformation avverrà attraverso direttive alle strutture ministeriali e agli organi ministeriali di controllo sulle concessioni stradali e autostradali, affinché indirizzino i gestori stradali, per quanto possibile, ad aderire alle specifiche messe a punto. Funzionalità e indici di performance sono riferiti alla rete stradale comprensiva delle infrastrutture dello Snit (Sistema Nazionale Integrato dei Trasporti) e delle infrastrutture stradali della rete Ten-T, oltre ad altre infrastrutture di completamento da identificare. La rete primaria è a sua volta classificata in sotto-livelli gerarchici differenti ai quali può essere applicato un set diverso di funzionalità minime. In altri termini, infrastrutture appartenenti a differenti livelli gerarchici dalla rete primaria potranno essere classificate come smart ove rispettino le funzionalità minime associate al livello gerarchico cui appartengono.

©Riproduzione riservata

Condividi