Condividi

Casa Sanremo, un tripudio di fiori made in Cilento | Foto

Marianna Vallone • 16 febbraio 2018 13:10

Strelitzie, anthurium, statice, aralia. E poi tralci di vite di aglianico, salice e ginestre. Decine e decine di composizioni hanno colorato e abbellito l'hospitality del Festival della canzone italiana, Casa Sanremo. Una vetrina poderosa per la coppia di fioristi cilentani, Antonella Cestari di Montesano e Daniele Veltri di Torre Orsaia, che a Roccagloriosa hanno il loro regno dei fiori e delle piante, appunto Piante e fiori Veltri. Bouquet e composizioni originali ed equilibrate ma soprattutto bellissime. «Siamo soddisfatti del lavoro fatto - hanno spiegato - E' stata un'esperienza importante, un altro tassello da inserire nel nostro bagaglio professionale, anche nel gestire qualsiasi evento a livello nazionale». Sono stati scelti dall'organizzazione di Casa Sanremo per allestire il Palafiori di corso Garibaldi durante la settimana festivaliera. Nei mesi precedenti avevano partecipato alla selezione per realizzare le composizioni durante le serate del Festival, arrivando tra i finalisti (su centinaia di partecipanti). Un'altra occasione è presto arrivata e la coppia è volata al Palafiori per la kermesse organizzata dal Gruppo Eventi del lucano Vincenzo Russolillo. Dritta la prima composizione nelle mani della madrina di questa edizione, Elisa Isoardi: un bouquet scomposto uniforme con rose arancio quasi rosse, tralci di vite e sotto una struttura interamente vegetale. La soddisfazione di aver fatto centro, perché ogni fiore porta con sé un messaggio. In un certo senso i fioristi sono interpreti, traducono le emozioni con i fiori. 

©Riproduzione riservata

Ingrandisci le foto

Condividi