Condividi

Seconda categoria: Novi Velia continua a vincere, sconfitto 5-3 il Pisciotta

Orlando Romanelli • 17 marzo 2015 14:39

Una settimana all’insegna delle vicende disciplinari molto discutibili, costate tre punti di penalizzazione, non ha scalfito la voglia di vincere del Novi Velia che continua la marcia nei quartieri alti della classifica. A farne le spese questa volta al ‘Pietra Prignani’ il Pisciotta, squadra organizzata, forte a centrocampo ma molto scomposta in difesa. Il Novi invece, ottimo per un’ora, stordisce gli avversari e poi si addormenta adagiandosi e guardandosi allo specchio. Questi gli ingredienti di un pirotecnico, quanto spettacolare, 5-3 che ha divertito gli spettatori presenti.

Fase di studio  Nella prima mezz’ora le squadre si studiano e ne viene fuori una partita brutta, viste anche le condizioni del terreno di gioco, senza grosse emozioni. Da ricordare solo una bella parata del rientrante Ponzo su tiro dal limite di Ranavolo. Poco gioco, palle lunghe e svariati errori a centrocampo offrono uno spettacolo noioso. Serve una magia.

La svolta Al 26’ la gara si sblocca. De Bernardo viene atterrato al vertice sinistro dell’area. Punizione per il Novi Velia calciata sulla barriera da Taddeo M.. La palla rotola sui piedi di Ogliaruso che senza pensarci su, di prima intenzione, scaglia un tiro all’angolo che non lascia scampo all’estremo difensore del Pisciotta. E’ il coniglio tirato fuori dal cilindro in un momento di stasi. Il Novi si scrolla di dosso il timore di un match considerato complicato, vista anche la buona classifica del Pisciotta, e inizia a giocare come sa. E ancora Ogliaruso a mettere lo zampino nel secondo goal del Novi. Questa volta lancia in profondità il capitano Di Palma che non si fa pregare ingannando il portiere sulla sua sinistra con un tiro a giro. Il match ora è piacevole e il Novi sembra aver riabilitato la modalità bel gioco. Il Pisciotta è stordito e il primo tempo non regala più grosse emozioni.

Secondo tempo La seconda frazione propone un Novi Velia voglioso di chiudere i conti. E lo fa subito con Taddeo M.. Al 50’ insistita azione sulla destra di Di Palma che scodella al centro un cross respinto dalla difesa ospite sui piedi Taddeo M. che stoppa e calcia verso la porta battendo l’incolpevole portiere del Pisciotta. Ora il Novi viaggia sul velluto.  E una manciata di minuti più tardi cala il poker con Iannuzzi N. abile a ribadire, in mischia, in rete una palla vagante sugli sviluppi di calcio d’angolo battuto da Mastrogiovanni.

Zemaniana memoria La partita è a senso unico ma una disattenzione permette alla squadra ospite di accorciare le distanze. Speranza si fa tagliare fuori da un lungo lancio dalle retrovie; palla al centro nell’area del Novi e grave indecisione fra Tortorella e Ponzo. Ne approfitta l’accattante ospite che indisturbato insacca. Il Novi, ingenuo nell’occasione, riprende a macinare gioco e soprattutto ad agire in contropiede. Su un capovolgimento di fronte sfiora il goal con una pregevole azione di De Bernardo che in rovesciata, dopo un fraseggio stretto Di Palma - Sansone e cross sul secondo palo di quest’ultimo, che strappa gli applausi del ‘Pietra Prignani’. Il Pisciotta, complice un arretramento generale del Novi, attacca cercando conclusioni dal limite che non impensieriscono molto Ponzo. Il Novi controlla e riparte. Al 70’ Iannuzzi G. salva sulla linea un’azione concitata nell’area del Novi. Due minuti più tardi, ancora Iannuzzi G., esce palla al piede sbrogliando l’ennesima mischia, e  lancia De Bernardo che prontamente imbecca Mastrogiovanni che, solo davanti al portiere, non si fa intimidire e siglare la rete del 5-1. E proprio qui la partita cambia.

Finale al cardiopalma Il Pisciotta nonostante i 5 goals sul groppone non si spegne e con un’impennata d’orgoglio prova a farsi sotto sfruttando delle ingenuità imbarazzanti della difesa novese. All’80 il Pisciotta va in goal. Taglio dalla destra dell’ala ospite che si trova a tu per tu con Ponzo e lo beffa con un pallonetto morbido che termina la sua corsa in rete. E tre minuti più tardi l’attaccante centrale del Pisciotta si fa trovare pronto per siglare il 5-3 che ridà fiducia alla squadra ospite. Ma gli ultimi minuti non regalano gran che. Il Novi Velia, dopo lo spavento, agisce in contropiede sfruttando gli allunghi dei suoi attaccanti risultando pericoloso prima con Maiese, subentrato a Taddeo M., e poi con De Bernardo e Di Palma che non riescono a trovare la via della rete.  La partita dopo un’impennata scorre tranquilla fino al termine senza regalare altre grosse emozioni.

Il Novi Velia conquista un’altra importante vittoria contro una diretta concorrente alla corsa play-off e conserva il sogno di agguantare il Cicerale in vetta alla classifica.

Condividi