Condividi

Cilento capitale mondiale dei Geoparchi: ospiterą 400 delegati di 26 Paesi differenti

Luigi Martino • 19 febbraio 2013 17:47

Sarà il Parco nazionale del Cilento ad ospitare la Conferenza mondiale dei geoparchi, in programma nel settembre 2013 e alla quale parteciperanno circa 400 delegati in rappresentanza dei 90 geoparchi esistenti oggi nel mondo in 26 Paesi. Ad annunciarlo è Amilcare Troiano, presidente dell’Ente Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Ben 9mila ettari a mare, con due aree marine protette quali Santa Maria di Castellabate e Costa degli Infreschi e della Masseta, 181mila ettari a terra, 500 grotte carsiche, oltre 50 grotte marine, 42 musei archeologici, geologici, naturalistici tra cui spiccano per la loro importanza quelli di Corleto Monforte, Magliano Vetere e Caselle in Pittari: il Parco nazionale del Cilento, riconosciuto Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco quale “paesaggio di rilevanza mondiale”, è l’area protetta più grande d’Italia. Un Parco che ha ottenuto il “‘Green Globe” per il turismo, che è Riserva di Biosfera Mab-Unesco.

Leggi anche: Geoparchi, conferenza mondiale: a settembre summit nel Cilento. Troiano:«Fondamentale per futuro della nostra terra»

L’evento sarà presentato a Roma con una conferenza stampa giovedì 21 febbraio, alle 11.30, presso il Centro congressi delle Carte Geografiche, durante il Forum nazionale dei Geoparchi. Nel corso dell’evento verrà illustrato anche il quadro Italia in merito allo stato di salute dei geoparchi, alle potenzialità del geoturismo e alle nuove proposte di candidature Unesco.

©Riproduzione riservata

Condividi