Condividi

Fiocco, il cagnolino disabile curato con le cellule staminali cerca aiuto

M.V. • 20 febbraio 2018 22:41

Si chiama Fiocco, ha otto mesi ed è sopravvissuto ad un destino atroce. E' un cagnolino affetto da una patologia invalidante che ha molto bisogno di aiuto. Laura lo ha adottato sottraendolo ad una morte sicura, e lo ha affidato nelle mani del dottor Offer Zeira. Ha bisogno di costose cure staminali, non alla portata di chi l’ha adottato. La sua storia, giunta da una lettrice, ci ha spinti ad aiutarla nel condividere con quante più persone possibili. In tanti stanno aiutando Fiocchetto a curarsi ma c'è bisogno di molto altro

La lettera di Fiocco Ciao a tutti. Mi chiamo Fiocco, ho otto mesi. Anche se sono un cagnolino disabile ma mia mamma umana Laura mi ha adottato e m sta curando. All’inizio in molti pensavano che non ce l’avrei fatta, ma Laura non si è mai arresa: ha cominciato a documentarsi e ha trovato il dottore Offer Zeira che lavora in una clinica a Lodi. Nella clinica San Michele mi sono state fatte fino ad ora tre infusioni di cellule staminali. Non cammino per colpa di qualche cellula del mio cervello che non funziona più, ma grazie a queste infusioni ho fatto grandi progressi Ah dimenticavo, stavo anche per diventare cieco ma per fortuna l il suo appelloe cellule staminali mi hanno salvato. Non potendo camminare mi faccio spesso bisognino addosso, per questo motivo avrei bisogno dei pannolotti. Molte volte mi viene anche la bronchite e quindi devo fare l’aerosol, proprio come gli umani. Ma io sono un guerriero, sono forte e piano piano ce la farò. Purtroppo le infusioni di cellule staminali sono molto costose e le spese veramente tante. La mia mamma ha bisogno di un aiuto anche se piccolo piccolo. 

Su Instagram: fioccodinevecavalierking. Oppure su Facebook: Fiocco di neve un amore 

Condividi