Condividi

Alla Camera la 'legge Mastrogiovanni': dai Radicali italiani la proposta di riforma del Tso

Redazione • 20 aprile 2017 18:02

Sarà presentata alla sala stampa della Camera dei deputati a Roma, venerdì 21 aprile alle 11:30, la 'legge Mastrogiovanni', una proposta di legge di iniziativa popolare - che porta la firma dei Radicali italiani - per riformare il trattamento sanitario obbligatorio. Interverranno, tra gli altri, Michele Capano, tesoriere di Radicali italiani e avvocato della famiglia Mastrogiovanni, il segretario Riccardo Magi, lo psichiatra Piero Cipriano, Gioacchino Di Palma, avvocato Telefono Viola, Gilda Losito, ufficio del Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, l’avvocato Francesco Petrelli, segretario dell’Unione delle camere penali italiane e Grazia Serra, nipote di Franco Mastrogiovanni, il maestro elementare morto nel 2009 nel reparto psichiatrico di Vallo della Lucania.

Porteranno inoltre la propria testimonianza i familiari di Marcello Esposito e Gianfranco Malzone, entrambi deceduti nell’ambito della procedura di Tso. «Il caso Mastrogiovanni è venuto alla ribalta perché le telecamere dell’ospedale di Vallo della Lucania hanno filmato minuto per minuto la lunghissima agonia di quest’uomo, legato al letto e abbandonato senza cibo né acqua. - ha spiegato Michele Capano - Questo ha permesso di portare all’attenzione pubblica un problema che però nel nostro Paese riguarda centinaia e centinaia di persone, lontano dai riflettori e nel silenzio. Storie che a volte si concludono tragicamente, come quelle che racconteremo venerdì».

«Purtroppo - ha aggiunto Capano - non ci sono statistiche esaustive sull’esecuzione dei tso, come ha denunciato nella sua relazione anche il Garante nazionale dei detenuti una lacuna preoccupante, visto che anche psichiatri e giuristi tra i più avvertiti segnalano come spesso il ricorso al tso sia disposto con superficialità e sottovalutando la privazione della libertà personale che con esso si determina. Insomma, a quasi quarant’anni dalla legge Basaglia, dopo un doppio passaggio generazionale di psichiatri, bisogna ammettere che il trattamento sanitario obbligatorio, nella sua attuale realtà e modalità di esecuzione, perpetua una concezione 'manicomiale' del trattamento psichiatrico e per questo come Radicali Italiani proponiamo di riformarlo con questa 'legge Mastrogiovanni' che introduce meccanismi di garanzia irrinunciabili in uno Stato di Diritto», conclude il tesoriere di Radicali Italiani.

©Riproduzione riservata

Condividi