Condividi

Agropoli - Torrecuso padroni di casa travolgenti, adesso sfida contro il Rende

Antonio Montuoro • 21 maggio 2015 10:45

Agropoli: Maiellaro; Viscardi, Russo, Esposito, (27' st Capozzoli), Scognamiglio; Cuomo, Siano (16' st Alleruzzo), Alfano; Berretti, Ragosta, Canotto (31'st Arena). A disposizione: Bilancieri, Napoli, Di Iorio, Abate, D'Avella G., D'Avella F. Coach: Rigoli

Torrecuso: Pennucci; Furno, Vesce, Zerillo M., Pagano (16'st Petrone); Colarusso, Zerillo D., Pirozzolo (10'st Di Blasio), Iadaresta; Aracri, D'Ascia. A disposizione: Faiella, Calandro, Ruggiero, Piccolo, Musto, Di Maio, Fabozzi. Coach: De Rosa

Arbitro: Meleleo di Casarano

Marcatori: Ragosta 29' pt (rig.), 34'st e 45' st, Berretti 6'st, Canotto 13'st, Capozzoli 47'st

Ammoniti: Pirozzolo

Gara a senso unico, come dimostrato dal punteggio. Nel tennis si direbbe "vinto il primo set 6-0", ma questo è il calcio. Domenica l'Agropoli dovrà vedersela col Rende, in trasferta, compagine che in classifica generale è arrivata seconda, due punti sopra i ragazzi di mister Rigoli. Il match di ieri invita a sognare, ma ogni partita ha la sua storia.

Primo tempo, ci pensa il bomber Ragosta a sbloccare. Al 6' minuto, l'Agropoli è subito pericoloso con Ragosta, che fa partire un tiro deviato in calcio d'angolo. Dagli sviluppi del corner, Alfano non arriva per poco sul pallone. Al 12' risposta degli ospiti con Iadaresta, che indirizza verso la porta una punizione da distanza notevole, ma Maiellaro para senza problemi. L'Agropoli, con il suo consueto 4-3-3, è ben messo sul rettangolo di gioco e si rende pericoloso con Canotto, ma l'estremo difensore del Torrecuso non si fa sorprendere. Al 25' altra occasione per gli ospiti con Iadaresta che mette in mezzo, ma l'attaccante Aracri non riesce ad arrivare sulla sfera. Al 27' il momento chiave: palla di Russo per Canotto che cerca la rete. Pennucci para, ma inavvertitamente devia la palla sul difensore che tocca con la mano. E' rigore. Va sul dischetto il bomber Ragosta, che non fallisce. 1-0 per i delfini. Pochi minuti dopo e ancora un Ragosta ispirato tenta il jolly da grande distanza, ma Pennucci devia la sfera. Al 39' cerca di rispondere il Torrecuso con Iadaresta pericolo, ma il centrocampista viene ben chiuso dalla difesa. Allo scadere del primo tempo, Diego Zerillo tenta la fortuna su punizione, ma la palla termina la sua corsa al di sopra della traversa. Si chiude così il primo tempo, ben controllato dai padroni di casa. Gli ospiti hanno avuto qualche occasione, ma non sono stati in grado di concretizzare. Il bello deve ancora venire, però...

5 reti ben spalmate nella ripresa, l'Agropoli prende il volo! La ripresa inizia con uno spavento infinito per i tifosi casalinghi: al 2', infatti, Russo tocca con la mano, sul pallone va D'Ascia che però spara alto. Neanche il tempo di riprendersi, che l'Agropoli reagisce e realizza il 2-0. Al 6' Canotto imbecca Berretti che non sbaglia. Pochi minuti dopo e i due attaccanti combinano di nuovo, stavolta a parti invertite, confezionando la rete che chiude i giochi. Berretti serve Canotto in mezzo all'area, e l'attaccante non fallisce l'appuntamento con il 3-0. Tutto questo succede al minuto numero 13. A questo punto, gli ospiti sono ormai rassegnati alla sconfitta, e non riescono a reagire. I delfini prendono sempre più il comando delle operazioni tanto che nel finale di gara realizzano altre tre reti. Al 34' e al 45' Ragosta realizza la sua tripletta personale, grazie anche al goal effettuato nel primo tempo, mentre al 47' c'è gloria anche per Capozzoli, entrato alla mezzora, che conclude una pregevole azione. Adesso, come detto in fase di presentazione, bisognerà fare i conti col Rende e non sarà una passeggiata, ma questo Agropoli ha dimostrato ancora una volta, ancora di più di essere Squadra,e la S maiuscola non è un errore di battitura. 

©Riproduzione riservata

Condividi