Condividi

Pisciotta: la maledizione di via Foresta

Biagio Cafaro • 22 maggio 2013 19:15

E’ dal 2009 che le attenzioni a Pisciotta sono puntate sul fronte di frana in via Foresta sulla ex ss sr 447. L’intero territorio del Cilento è costantemente a rischio idrogeologico ma la situazione si fa ancora più catastrofica a Pisciotta perché ad essere interessato, oltre alla strada costiera cilentana, anche il centro abitato. Nel corso di 4 anni sono seguiti numerosi sgomberi e abbattimenti di edifici.

Il ponte di ferro Si parte dal 2009 quando la frana interessò l’edificio che allora ospitava l’ufficio postale, successivamente abbattuto, e la strada sr 447. La soluzione adoperata per ripristinare la viabilità è divenuta tristemente nota anche grazie a servizi giornalistici di testate nazionali come quello di Rai 3, ovvero piazzare un bel ponte di ferro sopra il manto stradale compromettendo la viabilità del centro cittadino per ben 4 anni. Da allora pullman, camion e persino caravan hanno visto negata la possibilità di attraversare il centro di Pisciotta, non poche volte automezzi hanno dovuto fare retromarcia, con tutte le complicanze di sorta, per tornare indietro e andare a prendere la Cilentana a Ceraso o a Vallo Scalo oppure nel senso opposto a Celle di Bulgheria.

Nel 2013, dopo numerose promesse di rimozione del ponte che si sono susseguite nel tempo, l’ostacolo è stato rimosso e la strada in quel punto sta per essere ripristinata, i lavori ancora non sono conclusi.

Lo sgombero e la chiusura di aprile 2013 Ma a quanto pare il fato, oppure i troppi occhi chiusi in merito al dissesto idrogeologico che interessa il comune di Pisciotta, ha voluto che quella strada non fosse percorribile. Così una nuova ondata di maltempo mette di nuovo in pericolo via Foresta. I primi segnali si sono avuti nel mese di marzo quando sono state sgomberate alcune abitazioni in via Foresta in seguito ad un ampio fronte di frana che ha invaso il parcheggio di san Macario e alcune abitazioni circostanti che affacciano sulla ex ss 447. Situazione che è degenerata nel mese di aprile in seguito all’ennesima ondata di maltempo. In questa occasione il comune di Pisciotta ha ordinato l’abbattimento dell’edificio maggiormente interessato dalla frana, oltre alla chiusura della strada 447. La strada è ancora chiusa e non sarà riaperta finché l’edificio pericolante non sarà abbattuto.

©Riproduzione riservata


Condividi