Condividi

Minestra selvatica e fagioli, dalla terra alla tavola

Federico Martino • 22 giugno 2017 10:45

La minestra selvatica è uno di quei piatti che rischiano di scomparire in quanto sono sempre meno le persone che vanno a cercare queste erbe nei campi. Sono anche poche le persone che conoscono queste erbe, ormai nei nostri territori solo le persone più anziane e qualche giovane appassionato delle tradizioni ancora vanno alla ricerca della cicoria, bietola selvatica, borragine e tante altre. Queste alla base del piatto che vi presento oggi, piatto dai sapori unici e vi auguro di trovare, come me, una persona che vi possa far conoscere questo piatto oppure che v’insegni come trovare la cicoria selvatica.

Ingredienti:
1 mazzetto di cicoria selvatica
1 mazzetto di bietolina
1 mazzetto di borraggine
300 gr di fagioli cannellini
2 spicchi d’aglio
Olio evo
Sale
Peperoncino a piacere

Preparazione:
Per prima cosa bisogna ammollare i fagioli, se secchi, in alternativa invece visto che è stagione, possiamo usare i fagioli freschi. In una casseruola alta mettiamo a bollire i fagioli con abbondante acqua per almeno 20 minuti, aggiungiamo a metà cottura un filo di olio evo e uno spicchio d’aglio. In una padella ampia mettiamo quattro cucchiai di olio evo e uno spicchio d’aglio, facciamo soffriggere per qualche minuto e poi aggiungiamo i fagioli dopo averli tolti dall’acqua di cottura, teniamo l’acqua a parte ci servirà in seguito. Dopo qualche minuto aggiungiamo le verdure dopo averle lavate e private di eventuali foglie gialle. Facciamole appassire e aggiungiamo un poco di acqua dei fagioli e continuiamo a cuocere, aggiustiamo di sale e a piacere mettiamo un poco di peperoncino. Continuiamo la cottura per altri 20 minuti e aggiungiamo man mano l’acqua di cottura dei fagioli. Serviamo la minestra selvatica con un buon pane casereccio, semmai fatto con lievito madre!

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook Istagram: #cilentaniaifornelli  twitter: @CilentoFornelli 

Condividi