Condividi

«I sentieri del buon vivere»: incontri per la promozione delle bellezze degli Alburni

Lucia Cariello • 26 febbraio 2013 15:47

Si chiuderanno l'8 marzo a Castelcivita e Laviano 'I Sentieri del buon vivere': incontri promozionali suddivisi per settori a cui prendono parte operatori economici e produttivi, istituzioni e numerose associazioni che hanno come obiettivo strategico la promozione del territorio.

La serie d'incontri è voluta, appunto, dal Gal 'I sentieri del buon vivere': trattasi di una società consortile no profit di sviluppo locale nata nel 2010 che comprende Alburni e Antica Volcej e vede la partecipazione dei comuni e delle Comunità Montane 'Alburni' e 'Tanagro Alto e Medio Sele'. Circa 202 i parternariati di cui 29 pubblici e 173 privati. L'intento è promuovere e valorizzare aree dalle potenzialità naturalistiche e culturali di grande levatura quali il Tanagro, l’Alto e Medio Sele e gli Alburni. Territori di incomparabile bellezza ma caratterizzati dal triste fenomeno dell'emigrazione che, mai come in questi ultimi tempi, appare l'unico viatico per una qualità di vita migliore. Parliamo di aree comprensoriali vergini ricche di risorse mai sufficientemente colte: «Scopo principale del Gal è accrescere le potenzialità del territorio – dichiarani i membri del Gal – è prioritaria la risoluzione dei problemi legati ai territori rurali, come ad esempio la limitata diffusione delle nuove tecnologie, l’invecchiamento della popolazione e un diffuso esodo rurale».

©Riproduzione riservata 

 

 

 

Condividi