Condividi

Treno Pd, a bordo con Renzi amministratori e sindaci del Cilento

• 26 ottobre 2017 10:43

Il tour di Matteo Renzi ha fatto tappa anche nel Cilento e a Tito. E' in questi momenti che ha incontrato sindaci e amministratori cilentani. Durerà otto settimane e toccherà 107 città per "stare lontani dal chiacchiericco", ha spiegato l'ex premier e segretario del Partito democratico a margine del suo incontro al Cnr di Tito in Basilicata. "Nel mio viaggio in treno incontro persone che non chiedono di legge elettorale o Bankitalia, ma di pensioni e lavoro". Renzi ha incontrato anche gli amministratori locali.  Tra loro il sindaco di Pollica Stefano Pisani e il sindaco di Sapri Antonio Gentile, da anni legati al partito. "Puoi scegliere se rimanere alla stazione e guardare o salire sul tren e darti da fare - scrive sul suo profilo Facebook Pisani, che aggiunge - E' ora di far vivere l'Italia, non solo di farla sopravvivere". A bordo anche il figlio del governatore De Luca, Piero, e il casellese Filippo Esposito.

Nei giorni scorsi DestinazioneItalia ha toccato anche la stazione ferroviaria di Capaccio Paestum, dove il segretario nazionale del Pd ha incontrato anche il sindaci dell'alto Cilento, tra i quali Franco Palumbo, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e l'assessore regionale Franco Alfieri. "Per me, che da sempre ho posto l'ascolto costante e attento della società civile alla base dell'azione politica, il tour del Partito democratico è significativo perché - come ha scritto Matteo Renzi - l'obiettivo è incontrare e ascoltare le persone vere, lontane dal chiacchiericcio di tutti i giornidel Palazzo per prendere appunti, discutere, imparare, condividere, e proporre. In una parola per fare politica". 

Le campagne elettorali che utilizzano i mezzi di trasporto non è una novità. Il grillino Di Battista lo scorso hanno anno ha girato in lungo e in largo l'Italia a bordo del suo scooter per dire no al referendum costituzionale del 4 dicembre. Il pioniere è stato, però, Romano Prodi nel 1996 con un pulman partì da Lecce fino a Milano per lanciare l'Ulivo. Anche Francesco Rutelli nel 2001 usò il treno come candidato premier dell'Ulivo. E' stata poi la volta di Walter Veltroni che utilizzò due volte il pullman, nel 1999 e nel 2008. Infine Silvio Berlusconi, in nave, sulla Barca della libertà nel 2000 si portò anche la mamma e vinse le elezioni. 

©Riproduzione riservata

Condividi