Condividi

Torna la Maratona degli ulivi, 17 chilometri di corsa tra Pisciotta e Rodio

Antonio Montuoro • 29 marzo 2015 13:35

Presentata a Pisciotta, sabato pomeriggio nella biblioteca comunale, la Maratona degli Ulivi.  La corsa che unisce Pisciotta capoluogo a Rodio per poi far ritorno al punto di partenza (circa 17 km tra salita e discesa), è stata per anni l'orgoglio dei pisciottani, tanto che la stessa era diventata un vero e proprio evento di portata internazionale. Alla fine degli anni '80 infatti, per la precisione nel 1989, uno degli atleti italiani più famosi, Gelindo Bordin, fu invitato alla manifestazione. Fu proprio in quell'occasione che il cronometro fece segnare il tempo più basso della storia della Maratona, 49' e 01'', record ancora oggi imbattuto. Adesso, dopo vari anni di assenza, la Maratona rinasce, grazie all'Associazione "... E compagnia bella" di Pisciotta, col sostegno di Coni e Fidal.

Alla presentazione ufficiale sono intervenute numerose figure dello sport cilentano che hanno raccontato aneddoti, curiosità e fatto trasparire in modo palese tutta la loro disponibilità ad accogliere nel Circuito "Cilento di corsa" la Maratona. L'incontro iniziato nella biblioteca comunale di Pisciotta alle 18:00 circa, è durato circa un'ora e nello stesso sono state trattate varie tematiche. Significativo è stato l'intervento dell'Assessore Antonio Greco, presente in qualità di rappresentante del Comune di Pisciotta che ha espresso entusiasmo per il ritorno della Maratona, promettendo pieno appoggio da parte dell'Amministrazione Comunale di Pisciotta. Per Greco, la Maratona è "un veicolo fondamentale per mettere in risalto altri aspetti del nostro territorio ad esempio la frana di Rizzico tristemente famosa ormai. Al primo impatto questo può apparire fuori tema, ma pensateci bene e capirete come una corsa in questi luoghi magnifici e la viabilità siano strettamente correlate..."

Moderatore della serata è stato il giornalista del Giornale del Cilento Biagio Cafaro, che dopo una breve introduzione ha dato la parola a Ferruccio Andreacchio, presidente dell'Associazione "... E compagnia bella". "Siamo decisi a ripristinare la Maratona degli Ulivi, che per anni è stato il vero e proprio fiore all'occhiello della comunità. Vogliamo fare le cose in grande, per noi parlerà solo il nostro impegno". A ruota è intervenuto Anthony Mazzotti, Esperto in scienze motorie e responsabile eventi sportivi dell'Associazione che ha raccontato un po di storia della Maratona: "Nel 1977 c'è stata la prima edizione della corsa ed il vincitore fu Umberto Noviello, mentre nel 1982 a trionfare fu proprio un nostro paesano, Claudio Caramuta. L'apoteosi c'è stata nel 1989, con la straordinaria partecipazione di Gelindo Bordin che fece segnare il record, tutt'ora imbattuto. Il fondatore della corsa è stato Claudio Mautone, che con la sua Marathon Club Pisciotta ha posto le basi per questa grande manifestazione" La Maratona e lo sport in generale come veicoli di alternanza alla vita "virtuale" che ormai attanaglia i giovani. "La corsa, in se per se già evento straordinario, ha come uno degli scopi principali quello di rilanciare il territorio, ma soprattutto mi auguro che possa servire ai giovani per ritrovare la passione dello sport. In questo momento storico siamo tutti dominati dalla tecnologia, ampliare i nostri orizzonti non potrà che farci bene".

Uno degli obiettivi degli organizzatori è quello di far inserire la Maratona degli Ulivi nel calendario di gare "Cilento di Corsa", al cui interno ritroviamo la presenza di gare di spessore, ad esempio la Corsa del Mito. A tal proposito molto importante è stato l'intervento di Nicola Paolillo, Presidente del Cilento di Corsa e di ASD La Marcialonga di Castellabate Newcastle: "Non siamo un circolo chiuso, c'è la disponibilità a permettere a nuove manifestazioni di entrare nel calendario Cilento di Corsa. Ci sono molte richieste, ad esempio quella di Casaletto Spartano o di Ascea e ovviamente anche la vostra. Dobbiamo un po organizzarci,anche se per quest'anno il calendario è chiuso. Si deve partire molto tempo prima, ma la vostra candidatura è forte. La Maratona degli Ulivi non potrà che giovare a tutti noi, in quanto corsa di tradizione e di spessore internazionale."

Significative e sentite sono state anche le parole di Angelo Molinaro, Organizzatore della Corrivillammare e di Edoardo Grieco Presidente ASD podistica S.Giovanni a Piro Golfo di Policastro. "Da parte nostra c'è la piena disponibilità ad accogliere la Maratona nel circuito. Conosciamo benissimo la storia della corsa e siamo orgogliosi da sportivi, che la stessa venga riproposta. Se potremmo dare una mano agli organizzatori, lo faremmo volentieri".

A concludere la serata è stato Mario Scarpitta, Delegato Federale FIDAL e Presidente ASD TUTTINSIEME Corsa del Mito. "Colgo l'occasione di esprimere un paio di considerazioni che ritengo significative. Sono dell'idea che i Comuni debbano lavorare insieme in modo da promuovere il territorio. La Corsa in se per se è un veicolo importante ma non basta. Restano tanti problemi (come fatto notare in precedenza dall'Assessore Greco) tipo quello della viabilità. Se tutti lavorassimo in modo uniforme, sarebbe una cosa straordinaria. Tornando alla corsa, grande gioia ha suscitato in me il fatto di essere stato uno dei primi ad essere contattato dai fratelli Fedullo. Mi sono subito rivolto al presidente della Federazione che mi ha dato l'ok e dopo ho incontrato il Presidente Paollilo, che è qui di fianco a me, in modo da far entrare la Maratona nel circuito Cilento di Corsa. Ovviamente ci sono tempi tecnici necessari e anche alcuni standard qualitativi da rispettare. A tal proposito il benestare dell'Amministrazione Comunale non basta, ci vuole anche e soprattutto un sostegno economico non indifferente".

Ai nastri di partenza per la Maratona degli Ulivi quindi, che presto potrebbe anche entrare a far parte del prestigioso circuito "Cilento di Corsa"

©Riproduzione riservata

 

Condividi