Condividi

Ambiente, c’è l’accordo tra il Parco del Cilento e il Club alpino italiano

Luigi Martino • 06 agosto 2018 10:40

Promozione di un escursionismo rispettoso del territorio, definizione e manutenzione della rete escursionistica con segnaletica Cai, predisposizione del Catasto dei sentieri, monitoraggio dello stato dei ricoveri e dei segni dell'uomo in ambiente (come borghi, casolari e mulini), programmi per le scuole, valutazione degli impatti della frequentazione escursionistica sugli habitat naturali e coordinamento dell'attività speleologica.

Sono questi gli ambiti oggetto della collaborazione tra il Club alpino italiano e il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, dopo la firma del Protocollo d'Intesa triennale da parte del Presidente generale del Cai Vincenzo Torti e del Presidente dell'area protetta Tommaso Pellegrino, avvenuta oggi a Vallo della Lucania, in provincia di Salerno.

"Si tratta di un accordo che, se da un lato, ha come obiettivi primari la conoscenza e la protezione delle risorse naturali dell'area protetta, rispetto alle criticità legate alla fruizione turistico-sportiva di zone sensibili e di particolare valore biologico-paesaggistico, dall'altro mira a soddisfare la crescente richiesta di frequentazione di questi ambiti preziosi di territorio, ai quali deve essere assicurato un approccio sostenibile e rispettoso" spiega il Club Alpino Italiano, sottolineando che "tutt'altro che secondaria, poi, è la componente educativa e di formazione dei più giovani".

©Riproduzione riservata

Condividi