Condividi

ASCEADisagi sulla pista ciclabile

Biagio Cafaro • 06 gennaio 2011 17:40

Quella che, ad oggi, è una delle poche piste ciclabili del Cilento, risulta essere poco praticabile per via delle condizioni precarie e del mancato rispetto di alcune norme stradali. Sono molte le buche che interessano la pista ciclabile di Ascea Marina. Alcune delle quali riguardano l’intera larghezza della stessa. Oltre alle buche, ci sono molti vetri rotti che mettono in pericolo le ruote delle biciclette. Proprio per questo non è difficile bucare. Oltre alle bottiglie rotte, sono altri i rifiuti presenti sul tragitto della pista ciclabile. Una pulizia della pista ciclabile eviterebbe inconvenienti fastidiosi, come bucare una ruota, o rischiare che una busta di plastica si infili tra la catena e il cambio. Ma l’incuria non è l’unica caratteristica che rende impraticabile tale pista. Spesse volte la pista ciclabile viene “scambiata” per un parcheggio. Come si può vedere dalle foto, scattate domenica scorsa, sono molti a parcheggiare su tale pista, rendendola pericolosa oltremodo. Molte volte i ciclisti sono obbligati ad invadere la strada per evitare le macchine che posteggiano sulla pista ciclabile. Così facendo il ciclista rischia di essere investito dalle macchine che percorrono la strada. Ciò è ancora più pericoloso nel caso in cui la macchina sia parcheggiata in vista di una curva della strada che fiancheggia la pista ciclabile. A tal proposito una foto scattata domenica scorsa documenta un parcheggio, eufemisticamente parlando, alquanto pericoloso. A ciò c’è da aggiungere che la polizia municipale se ne guarda bene di multare tali autovetture, o quantomeno di farle spostare. In una foto sottostante, si intravede in lontananza una macchina della polizia municipale parcheggiata sulla strada, ma le macchine ferme sulla pista ciclabile non sono state né multate né fatte spostare. Il vigile urbano se ne è andato senza dire alcuna cosa agli automobilisti che avevano posteggiato sulla pista ciclabile. Magari la cosa potrebbe apparire anacronistica, poiché, si potrebbe pensare, che nessuno prenda la bicicletta in gennaio. Ma, come ben sappiamo, il nostro territorio è caratterizzato da un clima mite, e le belle giornate possono capitare anche in inverno. Infatti, domenica scorsa, erano in molti a fare lo slalom tra le macchine parcheggiate sulla pista ciclabile. Molti erano bambini, costretti ad invadere i marciapiedi per volere dei genitori. Solo sui marciapiedi i bambini erano al sicuro, creando disagi ai pedoni. Tra Ascea Marina e Casal Velino Marina è in costruzione un pista ciclabile che unisca le due località turistiche. La cosa non può che esser vista di buon occhio, ma, la domanda che incombe è una: come è possibile costruire nuove piste ciclabili se quelle attuali vengono lasciate al degrado?

Condividi