Condividi

Baccalà in cottura sotto vuoto con ketchup di pomodorini gialli

Federico Martino • 26 luglio 2017 12:08

La cottura sotto vuoto è fatta per preservare i sapori e con la bassa temperatura riusciamo a salvare tutti gli umori e le proteine dell’alimento che andiamo a cucinare. Possiamo provare a farla anche a casa, a patto che controlliamo la temperatura con un termometro da cucina, temperatura che non deve superare i 60°. Possiamo tenerla bassa aggiungendo dell’acqua di rubinetto, una cottura lenta che può durare anche 3 ore a secondo di cosa si cucina.
Per il baccalà basteranno circa 40 minuti se il pezzo non è particolarmente grande. Vediamo come fare per realizzare questo piatto.

Ingredienti:
500 gr baccalà ammollato
1 mazzetto di erbe aromatiche: origano, timo, prezzemolo
Semi di papavero
Aglio
Aceto di mirtilli (va bene anche quello di mele)
Pepe bianco
Olio extra vergine d’oliva

Ketchup di pomodorini gialli

Preparazione:
Per prima cosa abbiamo bisogno di una macchina per il sotto vuoto, in un piatto condiamo il baccalà con le erbe, l’olio evo e il pepe bianco. Aggiungiamo qualche goccia di aceto di mirtilli e un cucchiaino di semi di papavero, mettiamo il baccalà nella busta del sotto vuoto e aggiungiamo ancora un filo d’olio evo, sigilliamo il tutto con l’apposita macchina e mettiamo a cuocere in una pentola con acqua già intiepidita, teniamo la fiamma al minimo e controlliamo la temperatura spesso, quando noteremo che la temperatura comincia ad andare oltre i 56-58 gradi aggiungiamo acqua a temperatura ambiente fino a portarla sui 50-52 e continuiamo così per almeno 40 minuti. Trascorso il tempo di cottura, apriamo il sacchetto e serviamo il baccalà accompagnandolo con del ketchup di pomodorini gialli, io l’ho acquistato in una gastronomia del mio paese e quindi credo sia facilmente rintracciabile. Questo particolare ketchup ha un gusto più dolce e ben si abbina a piatti di pesce strutturati quale il baccalà oppure il tonno arrostito.

TUTTE LE RICETTE LE TROVI QUI 

Seguici su facebook Istagram: #cilentaniaifornelli  twitter: @CilentoFornelli 

Condividi