Condividi

‘Cilento Rilancia’: un nuovo modello di sviluppo per il territorio cilentano. Venerdì il convegno

Redazione • 31 ottobre 2017 11:06

Un nuovo modello di sviluppo per il territorio cilentano verrà proposto venerdì 3 novembre 2017 nel corso del convegno “Cilento Rilancia” che si terrà al Palazzo Baronale, a Torchiara, a partire dalle 15.00. A proporlo all’Unione dei Comuni dell’Alto Cilento, che interverranno rappresentati dai loro sindaci, il professor Gaetano Visalli, ricercatore di Economia e Diritto con un passato alle Nazioni Unite, dove si è occupato in particolare  di Sviluppo Economico. Il modello è già stato adottato nell’area Tosco-umbra delle provincie di Siena e Perugia coinvolgendo tutti i 25 comuni del Patto territoriale denominato Vato cui si sono aggiunti 75 privati e 3 Camere di Commercio intorno ad una piattaforma turistica avente per oggetto gli etruschi. Su questo tema centrale si sono sviluppati percorsi turistici multimediali, rinnovamento di strutture e sistemi turistici per un ammontare di 999 milioni di euro in parte finanziati direttamente dalla Bei.  Infatti, questo tipo di finanziamenti sono assolutamente compatibili con investimenti a fondo perduto come i POR o con i Call for proposal della UE e non sono incompatibili con i patti di stabilità dei comuni.

Questo genere di progetti che hanno finanziamenti dai 25 milioni di euro in su devono essere presentati alla BEI e devono chiaramente interessare aree macroeconomiche territoriali secondo un modello messo a punto dal prof.Visalli che è stato validato da molti Paesi tra cui la Francia, dove verrà presentato il prossimo 26 gennaio alla Sorbona di Parigi. Dal sistema progettuale ideato da Visalli è nato un algoritmo che si è rivelato vincente e che potrebbe essere applicato con successo nel Cilento determinandone una notevole accelerazione nello sviluppo ecocompatibile. Promotrice dell’incontro è stata una cilentana doc: Maria Grazia Guida, già vicesindaco di Milano e presidente dell’Associazione degli Amici della Casa della Carità, fortemente convinta che il “modello Visalli” consentirà al Cilento di produrre uno sviluppo che, nascendo dal basso, porterà ad una crescita integrata di tutto il territorio.

Grande interesse hanno dimostrato gli amministratori più illuminati del territorio che parteciperanno all’incontro: Massimo Farro, sindaco di Torchiara alla sua prima uscita come Presidente dell’Unione di Comuni dell’Alto Cilento;  Luca Cerretani, vicepresidente della Provincia di Salerno; Franco Alfieri, consigliere delegato all’agricoltura della Regione Campania. Ne mancheranno i tecnici prima tra tutte Rosanna Romano, direttore  generale delle politiche culturali e il turismo della Regione Campania, e il professor Luigi Rossi dell’Università di Salerno.

©Riproduzione riservata

Condividi