Condividi

DaZero & Friends, a Milano il primo appuntamento «corale» per assaggiare il Cilento

Redazione • 21 maggio 2018 13:28

Nell’anno dedicato alla celebrazione del cibo Italiano, DaZero propone un progetto corale, DaZero&Friends, che racconta il Cilento quale culla della Dieta Mediterranea e fucina di nuove tendenze gastronomiche e artistiche. Giuseppe Boccia, Carmine Mainenti e Paolo De Simone hanno dato vita a diverse partnerships stimolati dal desiderio di proporre il Cilento creativo, che trova nei prodotti di eccellenza una fonte di ispirazione. DaZero&Friends è un contenitore di esperienze che tocca attraverso il cibo anche gli ambiti dell'arte, dell'artigianato e della cultura del territorio. È in breve una celebrazione dello spirito puro della convivialità Mediterranea. 

Con le sue tre sedi tra Campania e Lombardia - e una quarta pronta al debutto a Matera, capitale europea della cultura 2019 - DaZero è ormai un caposaldo nella diffusione delle eccellenze del Cilento, un'area riconosciuta quale patrimonio dell’Unesco, raccontate nel suo menu sempre attento ai prodotti più esclusivi, alla stagionalità della proposta e all'originalità della combinazione, capace di offrire in ogni morso tutti i sapori del Territorio. Punto di forza della filosofia di DaZero la creazione di una filiera corta con i produttori locali, che ha permesso la valorizzazione delle specilalità “Made in Cilento” come, tra gli altri, il carciofo bianco di Pertosa, la mozzarella nella mortella, il cacioricotta di capra cilentana, il fico bianco del Cilento, la soppressata di Gioi, le alici di Menaica, le olive ammaccate Salella, giacimenti di cultura e di sapore che l'Anno Nazionale del Cibo Italiano intende rivalutare e tutelare.

DaZero&Friends Sulla scia delle positive sinergie realizzate sul fronte eno-gastronomico, DaZero propone un progetto “collettivo”, incentrato sullo stretto legame tra cibo, paesaggio, arte e cultura per far conoscere i tanti “talenti” del Cilento, una terra antica in cui tradizione e nuove tendenze trovano un'inedita sintesi. DaZero&Friends si strutturerà in diversi appuntamenti che scandiranno l’anno dedicato alla celebrazione del cibo italiano e saranno l’occasione per presentare creazioni uniche ed esclusive realizzate dai partners cilentani che interpretano il territorio e i suoi prodotti in modo originale.

Primo Evento - “Chi ha detto che i cocktails non hanno un Territorio?” La filosofia di DaZero&Friends è già tutta pienamente espressa nel primo appuntamento, in programma lunedì 21 maggio a Milano nella sede di DaZero (Via Bernardino Luini, 9). “Chi ha detto che i cocktails non hanno un Territorio?” è il titolo scelto: si tratta di un nome che riprende un vecchio progetto di DaZero che vide la luce nel 2015 quando a Vallo della Lucania e ad Agropoli, nelle sedi cilentane di DaZero, furono organizzate delle serate in cui alla pizza cilentana si affiancarono i cocktails a base di prodotti del Territorio ideati per le occasioni dai bar tender Dario Tortorella e Alessandro “Katanga” Catuogno.

Un DJ set accompagnerà i diversi momenti della serata di apertura durante il corso della quale, alla maniera di DaZero, uno spazio rilevante sarà dato alle pizze con la presentazione delle proposte di primavera e dei nuovi piatti personalizzati che racconteranno i prodotti e i mestieri del Cilento. Ospiti saranno gli amici del Lab54 di Vallo della Lucania, un locale che fa del bere bene la sua mission principale; a loro il compito di presentare il cocktail DaZeroLab che sarà servito in bicchieri speciali creati per l’occasione dall’altra protagonista dell’appuntamento, la ceramista cilentana Silvia Di Feo. Dalla capitale meneghina si tornerà poi a Sud, nel Cilento, dove il cocktail DaZeroLab sarà proposto nella carta del LAB54 a Vallo della Lucania.

©Riproduzione riservata

Condividi