Condividi

INCHIESTAMa il nostro mare è realmente così pulito? Sesta parte

Ermanno Forte • 27 agosto 2009 14:33

Le situazioni di "disagio" degli specchi d'acqua antistanti le nostre spiagge si susseguono con cadenza periodica, con spiacevole puntualità. Nelle giornate di martedì e mercoledì, il mare in zona Marina delle Barche e nell' adiacente primo tratto della spiaggia di Lentiscelle è stato interessato da anomale presenze di grosse chiazze giallognole, di schiuma e di sporcizia varia. Queste sostanze galleggiavano su una distesa marina caratterizzata da un generale aspetto di torbidità, dovuto, forse , al terriccio e alla sabbia mossi dal fondale. Una persona presente sul posto riferisce che " martedì verso le 12.30 in località "Marina delle barche" e anche a "Lentiscelle" si sono di nuovo avvistati in acqua escrementi. Inoltre è da vari giorni che il colore dell'acqua del mare in queste spiagge è di colore verdastro, bisogna andare molto al largo per rivedere quel bel colore azzurro limpido che ha da sempre caratterizzato queste spiagge."

Martedì, il proprietario di uno stabilimento balneare situato sula spiaggia di Marina delle Barche, in conseguenza di tale situazione, ha deciso precauzionalmente di issare la bandiera rossa ed ha invitato le persone presenti ad evitare di immergersi. La gran parte dei bagnanti è uscita dall' acqua e si è precipitata sotto la doccia. Un altro esercente che opera sulla stessa spiaggia, tiene a precisare che la maggior parte delle sostanze avvistate in mare è dovuta, a suo dire, al movimento del terriccio e della sabbia presente sui fondali, dunque non si tratterebbe di materie inquinanti. Riferisce, però, che in quella zona c'è sicuramente un problema, legato alla eventuale presenza nel Vallone delle Fornaci di sostanze, di materiali edili e di scarichi "parcheggiati" in quel luogo. (A riguardo, la quarta parte dell' inchiesta http://www.giornaledelcilento.it/it/inchiestama_il_nostro_mare_e_realmente_cosi_pulito_2.html ). Sostanze che poi, con le pioggie, arrivano al mare . Egli, in conseguenza di tale situazione, ha provveduto a contattare l' ARPAC, l' agenzia regionale per la protezione ambientale . Giunti sul posto, gli operatori dell' agenzia hanno effettuato i rilievi scientifici del caso, prelevando e analizzando campioni dell' acqua marina della zona, percorrendo tutto lo specchio d' acqua, fino alla spiaggia di Lentiscelle. Pare che nella stessa giornata, l' ARPAC abbia riferito che l' acqua, pur se evidentemente in non buone condizioni, risultava dalle analisi idonea alla balneazione, poichè la misura dei parametri presi in considerazione rientrava nei limiti consentiti.

Pierpaolo Guzzo, assessore al demanio, afferma che si è creato un inutile allarmismo sul caso, che dai primi esami effettuati dall' ARPAC si evinceva che il valore del PH era nei limiti previsti e che i risultati completi dei rilievi saranno comunicati lunedì all' ente comunale.

Ieri, invece, nelle prime ore del pomeriggio, si potevano ammirare in mare, nello specchio d' acqua tra Marina delle Barche e Lentiscelle, delle grosse chiazze giallognole, con sopra delle bolle, galleggiare sull' acqua. Davanti alla spiaggia Marina delle Barche, invece, si vedeva, guardando dall' alto, una torbida striscia marroncina in mare, molto meno densa di quella giallognola appena descritta, con la presenza di schiuma, qua e là.

A Capogrosso, in mattinata, si è vista la "solita schiumetta", già descritta nelle precedenti parti dell' inchiesta, con annessa quella puzza che tanto ricorda quella che si percepisce nelle vicinanze di un depuratore. Come già espresso, con ogni probabilità quella sporcizia, arrivata con la corrente nord-sud, scaturisce dal cattivo funzionamento del depuratore posto alla foce del fiume Lambro. Nel pomeriggio, invece, si sono notate un paio di chiazze giallognole, simili a quelle avvistate, nelle stesse ore, tra Marina delle Barche e Lentiscelle; a differenza di queste, a Capogrosso si presentavano senza quelle bolle descritte. Ciò, a detta di operatori che da anni lavorano su questa spiaggia, rafforza la possibilità che si tratti solo, in questo caso, del terriccio mosso dal fondale. 

E nell' altro caso, quello della chiazza presente tra Marina delle Barche e Lentiscelle? Di cosa si tratta?

In basso, le immagini del mare, nella zona tra Lentiscelle e Marina delle Barche. Le foto risalgono a ieri pomeriggio. L' ultima è stata scattata a Capogrosso, nelle stesse ore. 

PER PROBLEMI TECNICI LE IMMAGINI NON SONO MOMENTANEAMENTE VISUALIZZABILI. SARANNO RIPRISTINATE PRIMA POSSIBILE.

 

Condividi