Condividi

INTERVISTALa societą A.S.D. Marina sceglie il Procalcio Avellino per un'affiliazione di lusso. Intervista doppia, mister Citro e mister Manganelli

Luigi Martino • 09 settembre 2009 12:38

Una società nuova che ha voglia di portare il calcio professionistico a Camerota, "Lì dove - dice mister Citro - ancora non l'hanno conosciuto" e che ha scelto tecnici professionisti, laureati in tecniche e scienze motorie per accompagnare durante tutto l’anno lo sviluppo dei piccoli calciatori.La preparazione sarà arricchita da stage e manifestazioni sportive tenute direttamente dai tecnici dell’Avellino calcio, professionisti con molti anni di esperienza. L'A.S.D. Marina nasce quest'anno e ha come presidente una donna, una rarità dalle nostre parti, Gerarda Glosa, che a sua volta ha scelto come vice Antonio Glosa. Invece è stata attribuita la carica di tesoriere e segretaria a Eva Glosa. I bambini avranno a disposizione tutto il kit di allenamento nuovo, dalla tuta da passeggio alla divisa di allenamento, tutto targato Avellino.12.

Il giornaledelcilento.it ha incontrato due tecnici della società

Quali sono gli obbiettivi principali che la società vorrebbe raggiungere come primo anno di attività?

Citro:"Il nostro scopo non è assolutamente vincere il campionato, ma portare almeno un ragazzo a giocare al di fuori del Cilento"

Secondo lei perchè sono presenti tutte queste società sul territorio?

Citro:"Perchè a Marina non si è mai visto il calcio professionistico, ho proposto due anni fa alla Polisportiva Marina l'affiliazione con il Benevento calcio, una delle poche società campane che partecipa al torneo di viareggio, ma la proposta è stata respinta".

Quest'anno avete intenzione di fare le cose serie,quindi?

Citro:"Io sono una persona seria, e sono coadiuvato da persone serie".

Manganelli, lei come mai ha scelto di seguire mister Citro?

Manganelli:"Perchè la proposta è stata la più allettante che ho ricevuto durante tutta l'estate, ho seguito questa società rinunciando alla chiamata di altre tre società".

Come stanno andando le iscirizioni, c'è stata affluenza di persone che hanno richiesto i moduli?

Manganelli:"Da quel che abbiamo notato si, abbiamo già circa 50 moduli, ma puntiamo ad almeno 80 iscrizioni".

Con così tante società e con le poche strutture presenti sul territorio, come farete ad organizzarvi?

Citro:"L' A.S.D. Marina ha già due strutture a disposizione dei ragazzi, il campetto situato in zona Pusigno, in erba naturale e il campo di Marina di Camerota, il "Leon di Caprera".

Mister Citro lei ha vinto un campionato con la Pol. Marina, come mai non è stato riconfermato?

Citro:"Chiedete ad Emilio Fiumarella".

Manganelli lei ha avuto spiacevoli esperienze a Marina di Camerota, eppure non è andato via, ci racconta un pò il perchè di quell'anno deludente con i Leoni di Marina?

Manganelli:”Inanzitutto sono rimasto a Marina per il progetto che mi ha presentato l’amico e collega mister Citro, nonché la dirigenza dell’Avellino.12, ho rinunciato a proposte anch’esse allettanti fuori dal Cilento e ringrazio ancora la dirigenza della scuola calcio Real Agro. Ho passato un brutto anno con i leoni, ho pagato colpe mie ma soprattutto colpe della società inadeguata a tutto e verso tutto. Non c’era un programma, non c’era un progetto sono stato esonerato senza un valido motivo anche perché mi sentivo abbandonato dalla società. E comunque da oggi insieme alla nuova società si apre una nuova pagina della mia carriera, grazie anche alla grande mano che mi darà il mio amico Giancarlo Troccoli. A Marina di Camerota si apre una nuova era, l’era dei lupi bianco verdi”.

Mister Citro come mai l'affiliazione con l'Avellino.12?

Citro:"Perchè bisogna sapere che il calcio non è solo divertimento,è anche un'opportunità di lavoro, il calcio è vita, passione e amore".

Lei che è un grande appassionato di calcio, noto che quest'anno ha grande fiducia nel progetto o sbaglio?

Citro:"Ero stanco di vedere situazioni poco serie a Marina di Camerota, ora è arrivato il momento di dare una svolta a questo territorio".

 

 

                                                

Condividi