Condividi

Panorama d'Italia, De Luca risponde sulla mobilità e viabilità nel Cilento: ecco cosa ha detto

Marco Santangelo • 11 settembre 2016 19:42

Il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, ieri mattina è stato ospite dell’appuntamento di ‘Panorama d’Italia’. Durante l’incontro De Luca ha risposto ad alcune domande dei cittadini cercando di fare chiarezza su alcuni dei temi di maggiore interesse in Campania. In particolare, per il Cilento, è stato affrontato il tema della scarsa mobilità. 

 Di seguito la domanda di un operatore turistico del Cilento che con voce quasi indignata spiega: 

 «Do atto a questa amministrazione di avere fatto il metrò del mare che fa il coast to coast che per noi è stata una grande risorsa così come aver fatto l’accordo con Italo che ha portato molti visitatori e poi ha fatto una campagna promozionale per il nostro Cilento. Vorrei suggerire al presidente, che penso però che lo sappia molto bene, che se vogliamo dare un vero contributo all sviluppo turistico e alla Campania dobbiamo investire moltissimo sul Cilento. Ma è necessario, presidente, che lei metta in atto con i suoi tempi un progetto di mobilità pubblica sul Cilento, perché  in un parco nazionale è incredibile un’automobile per persona, non è pensabile questo! Se io voglio muovermi da Torchiara per andare ad Agropoli devo andare in automobile perché non esiste un mezzo pubblico. Esiste una mobilità eco compatibile, finanziata dalla comunità. Presidente, metta in campo un grande progetto, perché può dare occupazione per i giovani, può creare meno inquinamento e può finalmente dare una vera mobilità. Se non ho l’auto dall’aeroporto di Pontecagnano a Sapri come ci arrivo? Ci vogliono delle navette. Con il treno da Torchiara a Salerno ci arrivo in 40 minuti, molto meno che in automobile, come ci arrivo da Torchiara ad Agropoli? Ci devo andare in macchina!». 

 Dopo aver illustrato in maniera molto rapida ma concisa i disagi che nella mobilità dilaniano il Cilento la parola passa a De Luca, il quale risponde: 

 «Fa parte dei problemi chiave per lo sviluppo della Campania, noi abbiamo in programma due interventi strategici per quanto riguarda il turismo e le bellezze ambientali, litorale Domizio (Caserta) e fascia costiera sud (Salerno) che sono veramente due miniere d’oro. Il Cilento è una delle grandi aree di sviluppo turistico. Quando abbiamo discusso dei fondi europei una delle prime cose che ho detto è questa: utilizziamo questa volta i fondi europei per risolvere alcuni problemi strutturali daiquali dipende lo sviluppo economico della regione. Uno dei grandi progetti è quello che riguarda la mobilità nel Cilento, nelle costiere. Ho sentito Renzi qualche giorno fa, quando era in Cina e mi ha detto che parlando con quel signore che gestisce ‘Alibaba’, questo gli ha detto che ha visto nel Sud dei luoghi bellissimi e assolutamente sconosciuti all’estero»

 Il presidente accenna poi al fatto che Renzi gli abbia riferito che sta lavorando ad un piano che riesca a mettere in contatto la Campania e il sud intero con un paese tanto vasto come la Cina, e su questo il presidente afferma: «Ovviamente la precondizione è quella che diceva la signora, se per arrivare poi ci metto tre ore…ma è esattamente l’obiettivo che ci stiamo prefiggendo». 

 Successivamente De Luca parla di una nota che gli è stata inviata dal presidente della provincia di Salerno Giuseppe Canfora. «Una nota di 15milioni di euro - spiega De Luca -, dove ci sono una trentina di interventi - e dopo aver citato alcuni paesi cilentani continua -, con un elenco di tutte le frane e le strade che vanno ristrutturate. Stiamo lavorando in queste ore per poter presentare a fine settembre il progetto ‘Cilento’, cioè la regione vuole rifare tutta la viabilità e risanare tutte le frane che abbiamo avuto nel Cilento. Credo che investiremo fra i 15 e i 20milioni di euro ma ci riuscirà». 

 ©Riproduzione riservata

Condividi