Condividi

Save the children, report agghiacciante: in Campania 155mila bambini in povertà assoluta

L. M. • 10 dicembre 2014 14:57

Sono più di 150 mila i bambini e gli adolescenti in povertà assoluta in Campania, quasi 4 mila in più rispetto al 2012 e sopra la percentuale nazionale addirittura del 13.8 per cento. Numeri che fanno rabbrividire. Una delle regioni più a sud dello Stivale è quella con meno opportunità per i ragazzi. Molti minori vivono in condizioni disagiate. Questi e molti altri dati interessati, sono stati pubblicati da ‘Save the children’, nella pubblicazione annuale ‘Gli orizzonti del possibile. Ci sono circa 40 mappe regionali, all’interno, ognuna che analizza in modo differente e molto approfondito le condizioni e i rischi che corrono i più piccoli.

Il report Su scala nazionale, un minore su quattro vive in appartamenti inadeguati e più di 65 mila nuclei familiari sono sotto sfratto. Di queste, ben 4730 sono in Campania. Dati in allarmante aumento, anche a causa della crisi e dei tagli al Welfare: nella nostra regione, ben l'80,4 per cento di famiglie sono costrette a ridurre la spesa per alimenti o comprare cibo di qualità inferiore. Occorre agire soprattutto sulle grandi città, naturalmente. Il report è stato stilato, con i dati di Save the children, dal giornalista di Repubblica Paolo De Luca. Dalle analisi, risulta che l'habitat prevalente dei bambini italiani sono i centri urbani e le aree limitrofe, pari al 16,6 per cento del territorio nazionale. Qui vive il 37 per cento (3 milioni e 700 mila ) degli adolescenti, circa 537 per chilometro quadrato. Facile dedurre quanto siano ristretti gli spazi di gioco o aree ricreative. A Napoli, dove circolano più di seimila automobili per chilometro quadrato, appena il 4 per cento dei minori tra i 3 e i 10 anni, gioca libero in strada e solo il 18 nei giardini pubblici. Per molti, la disponibilità di luoghi di vita accettabili non esiste neanche in casa: quasi uno su quattro vive in famiglie che dichiarano di abitare in appartamenti umidi o con tracce di muffa alle pareti.

Consumi E ora uno sguardo ai dati sui consumi. Per farsi un'idea più chiara. Anche in questo caso, la Campania è agli ultimi posti: il 63,3 per cento di bambini e ragazzi tra 6 e 17 anni non ha letto un libro durante tutto l'anno (47,9 il dato nazionale), il 77,2 non ha visitato una mostra o un museo (dato nazionale 60,8), l'82,5 non è mai andato a teatro (72,1 dato nazionale), così come  l'84 non ha mai  visitato un sito archeologico (73,7 dato nazionale), nemmeno Pompei o Ercolano.

Istruzione Ventidue ragazzi su cento interrompono il percorso scolastico fermandosi al diploma, i viaggi sono soltanto un miraggio, visto che il 67 per cento vive con genitori che purtroppo non possono permettersi una settimana di ferie l'anno. L'allarme è nel periferie. 

©Riproduzione riservata

Condividi