Condividi

Spiagge: in Campania oltre 70% stabilimenti gią aperti. Nel Cilento tuffi come se fosse estate

Redazione • 19 aprile 2017 11:08

Le spiagge della Campania sono pronte per l'arrivo della bella stagione. Tra le vacanze di Pasqua e i ponti del 25 aprile e del 1° maggio «almeno il 70% degli stabilimenti balneari presenti nella regione saranno aperti», ha spiegato sabato scorso all'Adnkronos Marcello Giocondo, presidente regionale campano del Sindacato italiano balneari - Fipe. Lidi aperti quindi su tutti i 550 km di costa della Campania, dal litorale domitio ai Campi Flegrei, passando per l'area di Napoli, la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana, le isole Capri, Ischia e Procida, la zona di Salerno e il Cilento. «Le condizioni meteorologiche favorevoli hanno consentito a molti dei titolari degli stabilimenti di aprire anche prima di Pasqua», aggiunge Giocondo. Imprenditori quindi già pronti a sostenere lo sforzo e «soprattutto a fornire i servizi che in questo periodo sono perlopiù gratuiti - prosegue il presidente del Sib Campania - perché in questo periodo spesso non ci sono ancora i servizi tipici balneari ma, stando aperti, viene garantito a chi viene in spiaggia l'accesso al mare, la pulizia degli arenili, l'eventuale spogliatoio, l'infermeria e il servizio bar. Lo sforzo dell'imprenditore del settore balneare non è mirato solo alla redditività dell'azienda ma soprattutto a rendere servizi, che spesso il pubblico non riesce a garantire. Per verificarlo basta andare in una spiaggia libera, dove spesso i Comuni non riescono a garantire la pulizia dell'area».

©Riproduzione riservata

Condividi