Condividi

«Violenza sessuale su quindicenne», fermato macedone nel salernitano

Redazione • 10 novembre 2017 17:38

Fermato un cittadino macedone indiziato per violenza sessuale nei confronti di una ragazza quindicenne salernitana. Con questa accusa è finito nei guai, fermato dagli agenti della Polizia di stato della questura di Salerno, un 33enne macedone residente a Santa Maria Capua Vetere. 

L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri quando il 33enne, mentre era a bordo di un autobus del servizio di trasporto pubblico cittadino di Salerno, ha avvicinato due ragazze minorenni, le ha circuite e ha molestato sessualmente una delle due. Spaventate, hanno poi telefonato ai genitori che sono sopraggiunti sul luogo della fermata. Ad allertare la Polizia di stato è stato invece un passeggero del bus che ha telefonato al numero unico di emergenza 112.

Un equipaggio della sezione Volanti è giunto immediatamente sul luogo ed ha fermato l'uomo che ha tentato la fuga, ma dopo un breve inseguimento è stato definitivamente bloccato dagli agenti. In seguito alla denuncia ed in base alle informazioni rese dalle minori alla presenza dei genitori, nonché tramite altre fonti testimoniali, gli agenti hanno ricostruito l’esatta condotta dell’uomo, responsabile di violenza sessuale, nella specie delle gravi molestie sessuali.

Lo straniero è stato compiutamente identificato; dagli accertamenti sono emersi numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, in particolare, furto aggravato, rapina e ricettazione, nonché vari reati di evasione dagli arresti domiciliari e la misura di sicurezza della libertà vigilata a cui risulta attualmente sottoposto. In considerazione dei gravi indizi di colpevolezza e del concreto pericolo di fuga, il soggetto è stato sottoposto ad un fermo di indiziato di delitto e condotto presso la locale casa circondariale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente. 

©Riproduzione riservata

Condividi