• Home
  • Attualità
  • ​La Rea Radio e Tv premia Stanziola: «Ha ricordato i 45 anni delle radio libere con una mozione in consiglio»

​La Rea Radio e Tv premia Stanziola: «Ha ricordato i 45 anni delle radio libere con una mozione in consiglio»

di Maria Emilia Cobucci

La R.E.A (Radio Televisioni Europee Associate), presieduta​ da Antonio Diomede, ha conferito al Vicepresidente dell’ Provincia di Salerno Carmelo Stanziola, che è anche primo cittadino di Centola-Palinuro, un Diploma di Benemerenza , per essere stato il primo rappresentante istituzionale in Italia ad aver ricordato, con una Mozione in Consiglio Provinciale, approvata all’unanimità, i 45 anni delle Radio in Fm (1976-2021), liberalizzate, il 28 luglio del 1976, da una storica e rivoluzionaria Sentenza della Corte Costituzionale, che sancì la legittimità di trasmissioni radiofoniche, purchè a carattere locale.

Con la Mozione, letta in Consiglio, il Vice-Presidente Carmelo Stanziola, ha parlato di​ quella fantastica stagione di libertà di espressione, che caratterizzò, dal punto di vista culturale e sociale, i decenni a venire, menzionando il siciliano Peppino Impastato di Radio Aut, ucciso dalla mafia nel 1978, il potentino Nino Postiglione di Radio Potenza Centrale, primo pioniere delle radio libere in Italia, che trasmetteva dalla sua macchina, raggiungendo i rioni della sua amata Potenza, Vasco Rossi di Punto Radio di Zocca (Modena), primo dj delle Radio libere, oggi il più apprezzato rocker italiano, e Tonino Luppino di Radio Sapri, che intervistò, primo radiocronista al mondo, in modo rocambolesco, travestendosi da missionario sudamericano, Papa Karol Wojtyla, dopo appena tre mesi di Pontificato. Va aggiunto che, dopo l’estate, sarà posizionata in Consiglio Provinciale (Palazzo Sant’Agostino), su proposta di Carmelo Stanziola, una targa con la seguente dicitura: “1976-2021, 45 anni di Radio libere, nel ricordo di Nino Postiglione, primo pioniere dell’etere in Italia”.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019