Nomina presidente parco, forza Silvio Cilento pronto alla mobilitazione

Continua a tenere banco la nomina del presidente del parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, attualmente presieduto dal commissario Amilcare Troiano, già presidente dell’ente.

«Sarebbe un’ enorme sciagura per le popolazioni cilentane se la gestione dell’ente parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni fosse affidata a persone politiche scelte attraverso logiche partitiche e di potere basate su una mera spartizione di poltrone, che fanno perdere ancora una volta fiducia e credibilità’ nelle istituzioni da parte dei cittadini del Parco. In un momento cosi duro per l’economia del territorio servono persone particolarmente qualificate per le attività’ in materia di ‘conservazione della natura’, come prevede la legge quadro sui parchi n.394/91» è quanto dichiara in un comunicato stampa il club forza Silvio Cilento, piana del Sele, Vallo di Diano e Alburni.
«Alla presidenza dell’ente parco vengono indicati personaggi che hanno ricoperto incarichi politici provinciali, regionali e nazionali che hanno già gestito il territorio del parco con risultati alquanto discutibili (vedi viabilità’, sanità’, scuola, imprese, turismo ecc).I club forza Silvio Cilento, nell’interesse del territorio, prendono le distanze da tali criteri di scelta, preannunciando, nell’ipotesi in cui il futuro presidente dell’ente parco fosse nominato in base alle riprovevoli logiche suddette, una mobilitazione del territorio del parco nazionale in segno di forte dissenso» conclude la portavoce dei club forza Silvio del Cilento, Gabriella Natale.