Montecorice, al via petizione per la bonifica della Baia di Case del Conte e di Ogliastro Marina

Infante viaggi

«Salvate la Baia di Case del Conte dall’inquinamento». E’ l’appello lanciato sul web dalla pagina Facebook ‘Miglioriamo il nostro futuro’ per dare il via alla petizione on line e chiedere, quindi, una presa di posizione, da parte delle amministrazioni di Castellabate e Montecorice, per la bonifica della baia di Case del Conte e di Ogliastro Marina.

«Da molti anni questa Baia è del tutto inquinata e l’inquinamento è dovuto principalmente a scarichi abusivi e non, i quali, in mancanza di depuratori funzionanti fanno sì che l’acqua ristagni e quindi non si depuri», si legge nella richiesta per la raccolta di firme. «Questi scarichi ovviamente – spiegano –  sono presenti tutto l’anno ma in maggior misura nel periodo estivo, in cui tutte le abitazioni presenti sul territorio iniziano a popolarsi. L’acqua del mare di conseguenza da metà giugno inizia ad essere di un colore compreso fa il verde e il marrone e ad essere ricoperta da una patina oleastra e piena di schiuma».

I cittadini, insomma, chiedono soluzioni anche a fronte del calo turistico che sta venendo fuori. «Quest’acqua inquinata ha creato – si legge – crea e creerà problemi gravi per la salute e sta iniziando a mettere a rischio la flora e fauna marina. Oltre a ciò, il turismo, settore principale di reddito in queste zone, comincia a venir meno facendo fallire tutte quelle attività commerciali che guadagnano qualcosa solo nel periodo estivo».

  • Vea ricambi Bellizzi

La petizione on-line

©Riproduzione riservata

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur