Tribunale Sala Consilina, la Corte Costituzionale deciderà il suo destino

Infante viaggi

Giornata decisiva quella di oggi per le sorti del tribunale di Sala Consilina soppresso e accorpato al tribunale di Lagonegro, in Basilicata. Oggi, infatti, la corte costituzionale è stata chiamata a pronunciarsi sul ricorso di incostituzionalità del decreto Severino presentato dai difensori del tribunale, un decreto che vede così soppressi trentuno piccoli tribunali in tutta Italia.

Nei giorni scorsi, infatti, Carmine Petti su incarico della camera Penale del Tribunale di Sala Consilina, ha prodotto una relazione tecnica basata sui progetti di ampliamento del Tribunale di Lagonegro utili ad accorpare quello di Sala. Una relazione nella quale emerge che la struttura atta a ospitare gli uffici del palazzo di giustizia è inadeguata dal punto di vista sismico al contrario di quella che attualmente ospita il Tribunale salese in località Tressanti, dotata, invece, di tutte le certificazioni di staticità. Sulla vicenda, inoltre, si è espresso Gennaro Mucciolo che annuncia di aver fatto presente al senatore Enrico Buemi, componente della commissione giustizia della necessità del mantenimento del presidio nel comune capofila del Vallo di Diano chiedendogli un intervento presso il ministro Cancellieri «Il Vallo di Diano – dichiara Mucciolo – è un’area vasta e popolosa per cui un servizio del genere non può essere eliminato».

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro