• Home
  • Cronaca
  • Morigerati, frana costringe ambulanza a percorso di un’ora per raggiungere l’ospedale

Morigerati, frana costringe ambulanza a percorso di un’ora per raggiungere l’ospedale

di Marianna Vallone

Un’emergenza sanitaria a Morigerati, da quando una frana ha costretto alla chiusura la sp54viene sbrigata con un tempo doppio rispetto al solito. E in un’emergenza urgenza il tempo è vitale. L’ambulanza per un anziano del posto ieri è arrivata da Casaletto Spartano, dove sopravvive, nonostante le minacce dei tagli della sanità, un distretto sanitario di base con l’unica ambulanza 118 della zona.

Cosa accade Dodici chilometri di curve dal Psaut e il mezzo dei soccorsi arriva in piazza Piano la porta. Per l’anziano si rende necessaria la corsa in ospedale. Il suono pungente della sirena ricomincia e l’ammalato viene portato via verso il presidio di Sapri. In tempi migliori l’ambulanza avrebbe percorso 19 chilometri attraversando la provinciale 12 in direzione Vibonati, ma la frana costringe il mezzo a un percorso molto più lungo: 33 chilometri sulla strada Bussentina, passando per la frazione Sicilì e attraversando quindi tutti i comuni della costa del golfo. La vicenda è paradossale e in qualche modo simbolica delle condizioni alle quali sono costretti i cittadini. Il problema è serio e probabilmente anche lungo.

Cosa accadrà «La situazione non si risolvere brevemente», spiega Cono D’Elia, sindaco di Morigerati. A quanto pare la provincia non vuol saperne di liberare la strada e metterla in sicurezza perché secondo l’ente sarebbe competenza del proprietario del terreno a monte. In alternativa dovrebbe occuparsene il comune, in questo caso Vibonati. «Stiamo valutando insieme come intervenire», continua D’Elia. L’ipotesi più facile e plausibile è quella di mettere in campo gli operai forestali, appena terminato il servizio anti-incendio, per le gabbionature di sostegno, ma solo dopo che il Comune di Vibonati abbia liberato la strada dalla frana. 

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019