Regione Campania: nei guai 53 tra consiglieri ed ex per 2,5 milioni di rimborsi elettorali

Blitz della finanza al consiglio regionale. Sono stati notificati inviti a comparire emessi dalla procura di Napoli nei confronti di 53 consiglieri ed ex consiglieri regionali della Campania.

L’indagine, coordinata dalla procura della repubblica di Napoli, riguarda uno dei filoni di indagine sull’uso dei rimborsi elettorali non per fini politici ma per uso personale. Tale rimborso è riferito al biennio 2010-2012 nell’ambito dei fondi per il «funzionamento dei gruppi». Nell’inchiesta della magistratura non c’è il presidente della giunta regionale Stefano Caldoro, in quanto lo stesso non ha mai ritirato nessuna somma della liquidità messa a disposizione ai gruppi consiliari.

Per quanto riguarda i partiti, secondo l’ipotesi accusatoria, i consiglieri del Pdl avrebbero ritirato indebitamente l’89 per cento dei rimborsi, il Pd l’82%, l’Idv il 95%, il Nuovo Psi il 91% mentre l’Udc il 65%. La somma complessiva erogata nel biennio 2010-2012 è stata quantificata intorno ai due milioni e mezzo di euro.