Trentinara, cavi di rame rubati nella cabina Enel

Il piccolo centro cilentano di Trentinara nelle due ultime settimana è stato preda di ladri di rame.
L’ultimo colpo è stato effettuato qualche notte fa, quando è stata manomessa la cabina elettrica in località “Ospedale” e trafugati circa seicento metri di cavi contenenti rame.
“La centrale elettrica manomessa, afferma Luciano Marino, alimenta le pompe di sollevamento dell’acquedotto, che sono rimaste bloccate, causando la sospensione dell’erogazione dell’acqua che, in paese, è mancata per ben due giorni. Abbiamo dovuto attendere che l’Enel effettuasse i lavori di ripristino della cabina e la sostituzione dei cavi rubati. E’ una situazione diventata insostenibile. In questi ultimi tempi si sono verificati diversi furti di rame su tutto il territorio comunale. Come residenti chiediamo che siano effettuati maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine per contrastare il fenomeno”, si legge su La Città.
Nel mirino dei ladri anche le chiese. I malviventi hanno rubato, infatti, le grondaie collocate intorno al tetto della chiesa della Madonna di Loreto, sulla strada provinciale che collega Trentinara con Cicerale, della chiesa nel cimitero, situata in una zona periferica del paese della contrada “Cancelli” e della casa comunale nel cuore del centro urbano.

Fonte: La Città.
http://lacittadisalerno.gelocal.it/