Strade al collasso nel Cilento. Valiante: «L’esodo estivo è quello di Provincia e Regione»

Infante viaggi

Un’estate all’insegna dell’emergenza strade più che mai: frane, voragini, dissesti vari hanno martoriato l’intero comprendorio cilentano (sia Cilento interno che sulla costa) mettendo a rischio una stagione estiva già sottotono per la crisi (in primis) e tempo incerto. Ora l’affondo di Simone Valiante, deputato salernitano del Pd che in una nota sottolinea le inefficienze di Provincia e Regione analizzando la situazione sotto i profili della sicurezza e della viabilità alla chiusura della stagione estiva.

«Anche quest’anno – sottolinea Valiante – la fuga dalle responsabilità da parte dell’ amministrazione provinciale e della giunta regionale sui temi della sicurezza e della viabilità stradale nel Cilento è paragonabile all’esodo estivo che caratterizza questi mesi e che vede milioni di persone spostarsi dal paese di origine verso luoghi di villeggiatura. Nell’assenza di interventi risolutivi sui principali assi viari – continua – in attesa di rimedi ai consistenti fenomeni franosi più volte segnalati, dinanzi alle interruzioni di traffico su tratti importanti e al mancato avvio dei lavori di ripristino e della riapertura delle strade interessate, a farne le spese sono gli automobilisti costretti a percorsi alternativi e l’immagine di un territorio che subisce una gestione disastrosa della manutenzione stradale».

  • Vea ricambi Bellizzi

«Queste criticità valgono a maggior ragione – aggiunge Valiante – per la strada provinciale 430 per quale le sollecitazioni rivolte a Provincia e Regione non hanno sortito finora alcun effetto e per la strada provinciale 562 (‘Mingardina’) che collega la 430 e i comuni di Palinuro e Marina di Camerota, per la gestione della quale continua la farsa dell’amministrazione provinciale che ha persino delegato il Comune di Camerota, con una gestione finanziaria notoriamente disastrosa e ancora poco chiara, a compiere i lavori di messa in sicurezza. Il quadro è veramente desolante – conclude Valiante – e denota la totale incapacità delle amministrazioni provinciale e regionale di dare risposte adeguate a un’esigenza primaria dei cittadini del Cilento».

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi