Serie D, il Pomigliano batte di misura la Gelbison: Pastore punisce i cilentani

Infante viaggi

Altra sconfitta per la Gelbison. Non fa male, sia chiaro. La salvezza aritmetica è quasi ottenuta, ma perdere incontri del genere non è mai piacevole. Mister Logarzo si sarà sicuramente arrabbiato, non tanto per il risultato, ma per l’atteggiamento dei suoi uomini. Contro una compagine in lotta per la salvezza sarebbe servito altro tipo di mordente per portare a casa una prestazione sufficiente, invece a Pomigliano d’Arco, la Gelbison fa la figura della sparring partner e permette ai padroni di casa di restare in zona playout, a 3 lunghezze dal penultimo posto, che significa retrocessione diretta.

Primo tempo. Primi minuti piuttosto guardinghi delle due compagini. All’11’ prima occasione per i padroni di casa: cross di Minicone, Marasco calcia in porta dopo un grande controllo, ma Cacace respinge. Poco dopo opportunità anche per la Gelbison con Varriale che tenta fortuna da fuori area, ma non riesce ad inquadrare la porta. Al 23′ altra occasione per il Pomigliano: scambio di palla tra Pastore e Marasco, con il secondo che in area non riesce (abbastanza clamorosamente) a trovare la porta. Qualche minuto dopo però, si concretizza il vantaggio casalingo: Panico serve in area Marasco che nonostante si defili riesce a mettere in mezzo un bellissimo pallone per Pastore. La punta del Pomigliano è spietata ed infila di testa l’1-0. A fine primo tempo altra occasione ghiotta per gli uomini di Sorianiello. Ancora Panico e Pastore protagonisti. Il centrocampista riceve palla dalla punta, ma tira in bocca all’estremo difensore della Gelbison.

Secondo tempo. Nella ripresa è quasi sempre la compagine di casa a fare la voce grossa, così come è d’altronde successo per quasi tutta la prima frazione di gara. Al 10′ Marasco riesce a servire Panico (grandissimo match per lui) che, sfortunato, non riesce a trovare la via del goal. Ospiti praticamente non pervenuti. Verso la mezzora, Longobardi, entrato da poco, per poco non effettua una mezza prodezza con un tiro ben bloccato da Peschechera. All’86’, dopo un match di quasi pieno controllo, per poco non si materializza la beffa per i padroni di casa: Varriale riceve palla da lontano, dribbla Terracciano e si trova solo davanti al portiere. La sua conclusione, destinata in rete, viene però salvata da Russo. Occasione clamorosa ed intervento provvidenziale del difensore. Nel recupero, il Pomigliano resta in 10 per l’espulsione di Parentato. All’ultimo respiro, altra limpida occasione per gli uomini di Logarzo. Stacco di testa perentorio di Cacace, con Caliendo che effettua un intervento straordinario e salva i 3 punti.

Pomigliano, 3 punti di vitale importanza, Gelbison presente, ma “assente”. Come abbiamo già detto in fase di descrizione del match, la Gelbison ha giocato un match non sufficiente. Come alibi c’è da dire che gli uomini di Logarzo sono praticamente salvi e di conseguenza le motivazioni scadono man mano che il campionato volge al termine. Per contro, il Pomigliano, ritrovandosi in zona playout, con possibilità di uscire dalla zona rossa, ha messo in campo l’anima ed alla fine ha ottenuto una vittoria meritata e di importanza. La prossima giornata, la trentesima, vedrà gli uomini di Sorianiello (prima vittoria per lui sulla panchina del Pomigliano) impegnati nello scontro diretto contro la Scafatese, che staziona ad una lunghezza di distanza proprio dagli avversari. Sarà un incontro complicato, indubbiamente, ma dal quale dipenderà il futuro di entrambe le squadre. La Gelbison invece, riceverà tra le mura del “G.Morra”, il Gallipoli, compagine che ancora conserva speranze di playoff, anche se flebili. Ancora una volta, a decidere, saranno le motivazioni. Una sarebbe comunque importante per gli uomini di casa, contro un avversario di spessore.

Pomigliano – Gelbison 1-0 (Pastore 30′ pt)

  • assicurazioni assitur

Pomigliano: Caliendo; Parentato, Russo, Terracciano, Festa; Panico, Pontillo (37′ st Gatta), Visciano, Minicone; Pastore (31′ st Di Finizio), Marasco (19′ st Longobardi). A disposizione: Del Rossi, Esposito, D’Apolito, Schettino, Somma, Romano. Allenatore: Sorianiello

Gelbison: Peschechera; Gala, Cacace, Criscuolo, Consiglio; Bovi (24′ st Passaro), Santonicola, Iorio (31′ st Marmoro); Sica; Varriale, Maiese (39′ st Torraca). A disposizione: Spicuzza, Monso, Marchesano, Grimaudo, Rocco, Ruocco. Allenatore: Logarzo

Arbitro: Pragliola di Terni

Espulso al 48′ st Parentato. Ammoniti: Marasco

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur