Immigrato tenta di accoltellare titolare del centro accoglienza, 32enne del Gambia arrestato

Infante viaggi

Ha tentato di accoltellare il titolare del centro di accoglienza che lo ospita. Con l’accusa di lesioni personali aggravate, minaccia aggravata e porto d’armi abusivo è stato arrestato ieri sera, Max Bowen, 32enne, originario del Gambia, dai carabinieri della stazione di Capaccio Scalo, coordinati a livello territoriale dalla compagnia di Agropoli, agli ordini del capitano Giulio Presutti. Il fatto è avvenuto al centro di accoglienza di Capaccio, El Pueblo. Il titolare della struttura, era intervenuto per sedare una lite tra l’extracomunitario ed altri migranti. Un diverbio scaturito dal fatto che il 32enne a quanto pare, non aveva preso molto bene il suo trasferimento in un altro centro, come disposto dal Ministero. La decisione lo avrebbe reso furibondo. Al punto che ha iniziato a inveire contro gli altri migranti, fino a che, quando è intervenuto il titolare, ha afferrato un coltello da cucina e ha tentato di aggredirlo. Il titolare non ha riportato ferite ma la tensione è salita alle stelle, fino all’intervento del figlio del titolare e di altri migranti, e l’arrivo immediato della pattuglia dei carabinieri della stazione di Capaccio Scalo, che hanno bloccato e arrestato il gambiano. Stamattina il Gip del tribunale di Salerno ha convalidato l’arresto, imponendo al Bowen la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.

  • Assicurazioni Assitur

©Riproduzione riservata

Assicurazioni Assitur