Elezioni comunali a Vallo della Lucania, Ruocco chiama a raccolta i giovani e i «delusi»

L’estate non è ancora finita ma la politica vallese è già in fermento. Quello che verrà sarà l’anno delle elezioni amministrative nella nota cittadina cilentana. Voci di corridoio parlano già di liste ma ancora nulla di annunciato. Ha deciso, attraverso un comunicato stampa, di fare un suo bilancio della situazione Riccardo Ruocco, segretario del Pd vallese, che parla specificatamente dalla posizione del suo partito in vista dell’appuntamento elettorale.

«Quella che lasciamo alle spalle è un’estate caratterizzata da incontri e confronti che ben lasciano sperare sugli scenari che iniziano a delinearsi e sul ruolo che il Pd potrebbe recitare alle prossime elezioni comunali nell’ambito di una compagine civica peraltro già in fase di costruzione – spiega Ruocco -. Siamo convinti che in vista del rinnovo del consiglio comunale la sindrome dell’incoerenza e della contraddizione colpirà molti tant’è che già oggi si intravedono operazioni di clamoroso trasformismo».

«Questa volta il vero spartiacque potrebbe essere rappresentato tra chi vuole vincere le elezioni a tutti i costi con qualsiasi compromesso ed alleanza e chi, invece, prendendo le distanze da metodologie non più proponibili e ritenendo necessaria una svolta, darà priorità al futuro e alla costruzione di una nuova classe dirigente pur mettendo in conto una sconfitta elettorale – incalza il segretario -. Ecco perché nell’ambito di questa seconda coraggiosa prospettiva, ci sentiamo di chiamare a raccolta i giovani, i delusi, chi da tempo ha deciso di non esprimere più il proprio voto o di disinteressarsi, chi ha perso fiducia nelle istituzioni o nella politica e più in generale chi vorrebbe impegnarsi a prescindere dai voti che ha». In un clima politico come quello vallese Ruocco chiama a raccolta gli astensionisti e di far leva su di loro.

«A queste persone diciamo che se l’intento è lo stesso, al di là delle appartenenze di partito, è ora di costruire, tutti insieme, un modello nuovo nella convinzione che Vallo non ha più bisogno di programmi elettorali vecchia maniera ma di una strategia territoriale di sviluppo attorno alla quale calibrare tutte le politiche amministrative di rilievo – aggiunge in conclusione Riccardo Ruocco -. Impegniamoci con passione nella costruzione di un progetto meraviglioso per Vallo ed il futuro dei nostri figli sarà straordinario».

Le acque iniziano dunque a muoversi tra le fila del centro sinistra locale. Parlare di candidati è ancora presto, anche perché dopo l’affissione di alcuni misteriosi manifesti tra le vie del comune di Vallo pare che una nuova forza politica sia pronta a scendere in campo, ma ancora nulla di confermato. Quest’anno è presente sul territorio anche il Movimento 5 stelle, molto attivo ultimamente. Sembra delinearsi il profilo di una sfida a 3 per le prossime elezioni. Se l’alleanza di Aloia con Cobellis avrà giovato in termini di elettori per il sindaco vallese saranno proprio le prossime elezioni a definirlo. Appuntamento dunque per maggio 2016.

©Riproduzione riservata