• Home
  • Cronaca
  • Frana il Cilento, protesta a Salerno: il prefetto sollecita l’intervento del ministero delle Infrastrutture

Frana il Cilento, protesta a Salerno: il prefetto sollecita l’intervento del ministero delle Infrastrutture

di Biagio Cafaro

Questa mattina cittadini, associazioni, sindacati, sindaci e rappresentanti politici hanno manifestato a Salerno in merito ai disagi che sta vivendo il Cilento dopo le ultime frane che hanno mandato in tilt la viabilità locale. Sono partiti con auto e pullman da tutto il Cilento per darsi appuntamento a piazza Vittorio Veneto alle ore 9.30. Quindi la manifestazione che ha percorso le vie del centro cittadino fino a piazza Amendola dove una delegazione di manifestanti è stata ricevuta dal prefetto Maria Gerarda Pantalone. Il corteo promosso dalla Cgil ha visto la partecipazione anche degli idraulico forestali che, oltre a manifestare la situazione precaria delle Comunità montane, potrebbero offrire un sostanzioso contributo per la manutenzione delle strade.

A preoccupare maggiormente la popolazione locale la situazione della sp 430 ‘Cilentana’, la porta del Cilento, attualmente chiusa tra gli svincoli di Agropoli sud e Prignano Cilento. Oltre all’arteria principale, per la quale i sindaci del Cilento hanno richiesto il passaggio di competenza dalla Provincia di Salerno all’Anas, a preoccupare è anche la viabilità interna, la più martoriata, senza dimenticare le strade costiere ancora chiuse Via del Mare a Montecorice e ex ss447 a Pisciotta.

La manifestazione si è conclusa con l’incontro con il prefetto di Salerno, il quale ha assicurato la convocazione di un tavolo con la Provincia di Salerno, con la Regione Campania e con i comuni interessati, oltre a sollecitare l’intervento del ministero delle Infrastrutture. 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019