Dieta mediterranea, sede dell’Osservatorio da Pollica a Caserta. Pisani: «E’ il Cilento la culla del regime alimentare conosciuto in tutto il mondo»

Infante viaggi

E’ polemica nel Cilento dopo le dichiarazioni del neo presidente dell’Osservatorio sulla Dieta Mediterranea, Vito Amendolara. L’ex assessore regionale all’Agricoltura, durante un convegno, avrebbe annunciato l’avvio dei lavori dell’Osservatorio e l’insediamento in un centro diverso da Pollica e cioè Caserta. Eppure la Regione Campania ha deciso di istituire un Osservatorio regionale per la Dieta Mediterranea proprio nel comune cilentano di Pollica, al Palazzo Capano, perché qui per trent’anni il fisiologo statunitense Ancel Keys ha studiato i benefici del regime alimentare conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

Pollica capitale della dieta mediterranea, istituito Osservatorio regionale: tra le iniziative un progetto con la Disney

«Ho saputo la novità annunciata da Amendolara e sono un po’ amareggiato – ha commentato la notizia al Giornale del Cilento il sindaco Stefano Pisani – La legge regionale prevede che sia Pollica la sede dell’Osservatorio sulla Dieta Mediterranea. La Regione Campania deve dare più attenzione a questo aspetto. Sono passati due anni dall’approvazione della legge regionale ma non ci siamo ancora avviati. Tre mesi fa sono state fatte anche le nomine».

  • Vea ricambi Bellizzi

Tra queste, infatti, quella di Vito Amendolara che sarà il presidente dell’Osservatorio e con lui Amilcare Troiano, presidente del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, il presidente dell’associazione per la Dieta Mediterranea, Alessandro Notaro, il direttore generale dell’Accademia della lunga vita di Ravello, Attilio Bianchi e altri. E che, come stabilito dalla legge regionale, dovrà avere sede al Palazzo Capano di Pollica.

«Pollica è la culla della Dieta Mediterranea – ha concluso Pisani – Il Cilento è riconosciuto in tutto il mondo come la patria della Dieta Mediterranea. Non possiamo perdere questa opportunità, per cui si devono fare tutti gli sforzi necessari perché la sede dell’Osservatorio venga fatta a Pollica».

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur