72enne di Sant’Arsenio muore dopo 5 giorni di agonia, avviso di garanzia per 15 medici

Quindici avvisi di garanzia sarebbero stati notificati dalla procura di Sala Consilina ad altrettanti medici dell’ospedale di Polla indagati per la morte di Sebastiano Macchia, il 72enne di Sant’Arsenio morto dopo cinque giorni di agonia nel reparto di rianimazione del nosocomio valdianese.

Per loro, di turno nei reparti e nei giorni in cui è stato ricoverato Macchia, il reato contestato sarebbe quello di omicidio colposo.

Il pensionato è morto in seguito ad un incidente stradale avvenuto nell’area industriale di San Pietro al Tanagro. E secondo le ricostruzioni pare fosse alla guida del proprio ciclomotore quando fu urtato da un’auto rimanendo gravemente ferito. Per lui un politrauma, ma dopo 5 giorni l’uomo è deceduto.

Martedì mattina, su disposizione della magistratura salese, il cadavere dell’anziano pensionato sarà sottoposto ad autopsia dal medico legale Adamo Maiese e saranno chiarite le dinamiche.