Paestum, carcasse di vitelli alla foce di Capodifiume: scatta l’inchiesta

Infante viaggi

Dopo il ritrovamento di cinque carcasse di vitellini lungo il litorale della spiaggia di Paestum e dopo la denuncia del sindaco Voza, è scattata l’inchiesta da parte della capitaneria di porto di Agropoli. Nel giro di una settimana, alla foce di Capodifiume, sono stati trovati cinque capi bufalini senza vita, in un raggio di circa 500 metri.

E’ partita l’inchiesta della capitaneria di Agropoli che ora dovrà far luce sul caso. «Si tratta di casi sporadici – ha dichiarato il medico veterinario dell’Asl, Mimmo Nese – Le stalle sono tutte informatizzate e se gli animali erano stati identificati non sarà difficile arrivare al responsabile».

La denuncia del Comune di Capaccio Il sindaco di Capaccio, Italo Voza, ha presentato una denuncia alla guardia costiera di Agropoli ed ha avvisato che potrebbe richiedere un risarcimento danni per l’immagine negativa che ne ha avuto la città. Se venissero identificati, oltre alla denuncia per inquinamento e maltrattamento, i responsabili potrebbero essere sanzionati con una multa di oltre 3mila euro.

  • assicurazioni assitur

Intanto le indagini della capitaneria, diretta dal tenente di vascello Rosario Di Florio, sono concentrate sulla possibilità che i capi bufalini siano forniti di microchip, il bolo, che viene inserito ad un mese dalla nascita, appena sopra lo stomaco.

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro